Giochi nell’apprendimento dell’inglese con i bambini | Novakid
Educazione dei bambini Motivazione e sviluppo dei bambini

Giochiamo! Giochi nell’apprendimento dell’inglese con i bambini

Sia gli adulti che i bambini amano giocare. Perché? È tutto facile. La partecipazione al gioco scatena un interesse genuino per l’attività e vincere il gioco genera una situazione di successo e promuove la produzione di dopamina, l’ormone della felicità. La realtà creata dal gioco aiuta ad allontanarsi dai problemi quotidiani. Ogni gioco ha le sue regole che, se accettate e seguite, permettono al cervello di dimenticare tutti i problemi. I giochi richiedono tattiche e strategie che promuovono lo sviluppo dell’attenzione, della memoria, del pensiero immaginativo e delle capacità di interazione.

Ecco perché il gioco è stato a lungo uno degli strumenti di maggior successo nell’insegnamento dell’inglese a studenti di qualsiasi età, e quando si insegna l’inglese ai bambini, esso è allo stesso tempo una forma di apprendimento, un mezzo e uno strumento. Prima di tutto, questo è dovuto al fatto che si tratta dell’attività principale svolta dai bambini in età prescolare e rimane una delle attività principali per tutta l’età della scuola primaria. Attraverso il gioco, i bambini imparano a conoscere se stessi e tutto il mondo che li circonda.

Il linguaggio nella lingua madre si sviluppa attraverso il gioco. Lo stesso vale per le abilità di socializzazione: mentre giocano, i bambini imparano a comunicare tra loro, a negoziare, a condividere, a riconciliarsi, ecc. Inoltre, i giochi aiutano i bambini a sviluppare i loro ruoli sociali e a imparare le regole del decoro. È nel corso del gioco che un bambino impara a perdere e conosce le prime percezioni di successo.

A casa con mia madre: possiamo giocare con l’inglese?

Quanto al processo di apprendimento di una lingua straniera, il numero di giochi utilizzati in classe, generalmente, dipende dall’età degli studenti.

Le lezioni di inglese per studenti molto giovani sono organizzate interamente come un gioco. I bambini non imparano la lingua ma la giocano. Ad un certo punto, la lingua madre viene semplicemente sostituita dall’inglese. Sarebbe utile assegnare ore specifiche da dedicare al parlare in inglese. Se lo ripetete ogni giorno, allora il cervello comincerà a considerare tali attività come momenti di routine e si accenderà automaticamente. Giocate con vostro figlio usando i suoi giocattoli preferiti, ma dovreste parlare solo in inglese!

Giochi in inglese per i giovani studenti in età prescolare

In età prescolare, l’apprendimento di una lingua straniera segue le stesse regole della lingua madre, quindi la chiave del successo è data dalla più ampia comunicazione possibile. Inoltre, ai bambini in età prescolare piace ripetere spesso le solite situazioni. Il più delle volte, queste sono proprio le situazioni che sperimentano nella vita. I bambini imitano gli adulti e cercano di copiare la loro comunicazione, ma lo fanno con i loro orsacchiotti preferiti, le bambole, le macchine, i robot. E, naturalmente, adorano quando la mamma o il papà vengono coinvolti nel loro gioco. Unite il dovere al piacere: lasciate che il vostro bambino si diverta a giocare con voi, ma dovreste parlare solo in inglese. Costruite case, torri, garage in inglese, date da mangiare e mettete a dormire bambole e coniglietti in inglese, viaggiate in treno, in aereo, ecc. sempre in inglese! In poche parole, giocate in inglese!

Inoltre, tutti i tipi di giochi educativi sono adatti alle lezioni di inglese con i bambini. Proprio come nella loro lingua madre, questi giochi sono finalizzati allo sviluppo generale del bambino: memorizzazione di colori, numeri, animali, sviluppo della memoria, dell’attenzione, della motricità fine, ecc. Tutto ciò che è destinato alla padronanza della loro lingua madre può essere usato per le lezioni d’inglese, basta parlare in inglese!

Giochi in inglese per bambini in età scolare più grandi

Nel periodo prescolare il bambino ha a disposizione diversi giochi da tavolo e attivi, che possono essere svolti anche con i genitori. Non perdete la meravigliosa opportunità di parlare inglese. 

Ricordate quali giochi attivi vi piaceva fare da bambini quando non c’erano dispositivi. È possibile fare facilmente giochi con la palla (per esempio, Edible-Inedible), nascondino, Telefono, Freeze e molti altri giochi in inglese con il minimo sforzo, creando così situazioni per una comunicazione naturale in inglese.

Lo stesso vale per i giochi da tavolo. Giochi come Serpenti e Scale, Domino, Lotto, Memory, Dobble, Barabashka, Uno sono ideali per memorizzare e praticare il nuovo vocabolario; la comunicazione costruita durante il gioco svilupperà le capacità dei bambini di interazione nella vita reale, piuttosto che educativa, in inglese.

Giochi in inglese per studenti

In età prescolare e soprattutto in età precoce, i giochi vengono principalmente utilizzati per creare condizioni simili al contesto linguistico e promuovere l’acquisizione involontaria dell’inglese attraverso tutti i tipi di memoria, così come attraverso l’uso di sentimenti, espressioni facciali, gesti, ecc. Invece, in età di scuola primaria, oltre alle attività di gioco, i bambini hanno un altro tipo di attività, quella educativa. 

A scuola, nel corso dello sviluppo attivo delle capacità cognitive, i bambini cominciano a comprendere gradualmente ciò che hanno imparato durante il gioco. La lettura e la scrittura si aggiungono alle forme di comunicazione orale. Le informazioni vengono recepite non solo attraverso immagini uditive e visive, ma anche attraverso un codice scritto astratto, sistematizzato in diagrammi e tabelle. Il cervello del bambino si riorganizza per arrivare a un nuovo livello di cognizione e si cominciano a formare e sviluppare le prime e più semplici capacità di analizzare e sintetizzare tutte le informazioni ricevute.

A questo punto, oltre al semplice giocare e comunicare con i bambini in inglese, è utile aggiungere speciali giochi educativi mirati a correggere l’esperienza acquisita in precedenza, la memorizzazione guidata e lo sviluppo delle competenze linguistiche e, soprattutto, grammaticali. Questo tipo di giochi possono essere sia giochi fisici che giochi da tavolo. Il loro obiettivo è quello di formare una base per la conoscenza della lingua e la costruzione di una forte struttura linguistica.

I giochi educativi lessicali e grammaticali per gli studenti della scuola primaria si basano sulla ripetizione delle strutture grammaticali di base utilizzate nel discorso attraverso ripetizioni multiple durante il gioco. La differenza tra i giochi grammaticali e gli esercizi e i compiti noiosi è che il bambino presta attenzione al processo di gioco e la lingua viene usata non per il bene della lingua ma per partecipare e vincere. Ci sono vari tipi di giochi di questo tipo.

Giochi di mimica

Questi giochi sono amati dai bambini che stanno iniziando ad imparare l’inglese. Il “prescelto” deve mostrare ciò che è disegnato sulla carta. Gli altri devono indovinare cosa sta mostrando facendo domande. Il primo che indovina, cioè che dice tutto correttamente in inglese, diventa il “prescelto” e mima. Così si può fare pratica con “How are you today? – Hai fame?”, “Cosa sei – sei un gatto?”, “Cosa stai facendo – stai dormendo?”, ecc. Un’opzione più “avanzata” è usare la terza persona singolare (He/She). È importante usare strutture complete. All’inizio non sarà facile, ma i bambini memorizzano rapidamente le cose e, con una ripetizione regolare, le frasi necessarie saranno dette “automaticamente”.

Giochi di disegno

Il primo tipo sono i compiti di gioco che l’insegnante usa per consolidare o far emergere gli argomenti studiati. Questi giochi richiedono molta creatività da parte dei bambini. Il miglior esempio include giochi come “What’s the weather like today“, dove un bambino va alla lavagna, disegna un sole/nuvola/pioggia, ecc. e fa una domanda. Gli altri devono rispondere: It’s sunny/raining/stormy, ecc..

Un’altra variante preferita è disegnare un mostro, dove si possono ripassare parti del corpo, forme singolare-plurale, struttura grammaticale “It has got...”. Le regole sono semplici: il primo studente disegna la testa o le teste del mostro, e poi ognuno a turno va alla lavagna, disegna e dice quale parte del corpo ha aggiunto all’immagine.

Potete usare la struttura “There is / There are” in un gioco di disegno chiamato “Amazing House” o “Miracle Room”, dove ognuno può riempire la stanza con qualsiasi mobile e altri oggetti relativi alla “House” vocabolario.

I sostantivi numerabili e non numerabili, così come some / any, possono essere messi in pratica quando si cucina un’insalata o una pizza virtuale e quando si mette il cibo in frigo.

Questo tipo di giochi possono essere usati per quasi tutti gli argomenti e si può usare un pezzo di carta o un quaderno invece di una lavagna. Nonostante la loro semplicità, questi giochi hanno un alto potenziale educativo e i bambini li adorano.

Nascondino

Questi giochi sono ottimi per esercitarsi a fare domande e a chiedere di ripetere. Per poter fare queste domande per un motivo, aggiungiamo qualche attività di “ricerca”. Ad esempio, mettiamo degli stampi colorati sul tavolo, nascondiamo una palla di gomma sotto uno di essi e chiediamo a uno studente di indovinare dove si trova la palla. Se uno studente fa una domanda (“Is the ball under the blue box?”) ha il diritto di sollevare lo stampo e scoprire se ha ragione o no. Chi ha indovinato la posizione della palla diventa il “prescelto” e nasconde la palla. Si può offrire una versione più complessa del gioco: usare carte con immagini rilevanti al posto degli stampi e sostituire una palla con una moneta. Le immagini possono mostrare stanze o mobili, e la domanda sarà: “Is it in the kitchen?” o qualsiasi altra preposizione o luogo.

Gli oggetti possono essere nascosti in una borsa speciale e gli studenti possono chiedere: “What is there in the bag? – Is there a…?”. Un’altra variante è “What’s missing?”. In questo gioco, i giocatori devono ricordare dove sono gli oggetti, il “prescelto” nasconde uno degli oggetti e a turno i giocatori indovinano cosa manca. Questi giochi allenano la memoria, l’attenzione, promuovono la memorizzazione rapida di un nuovo vocabolario e la pronuncia non di singole parole ma di intere frasi… tutti vogliono essere il “prescelto”! E per diventare il “prescelto”, è necessario ricordare e parlare.

Giochi attivi in inglese per bambini

La seconda tipologia non è in realtà un gioco, ma piuttosto delle storie di gioco basate sulla recitazione di mini-dialoghi; per esempio, un gioco basato sul “Nascondino”  “Where is a…?” o “Can you see a…?”, o un gioco simile al Semaforo, per esempio, “Who is wearing a…?” o “Have you got a…?”, un gioco basato sul principio di “What’s the time, Mr. Wolf?” – implicano uno schema domanda-risposta da parte del ‘”prescelto”, una risposta e azioni corrispondenti da parte dei giocatori. Come risultato di queste mini-storie, le strutture di discorso più comunemente usate con una particolare grammatica vengono esercitate e memorizzate. L’esercitazione delle frasi nei giochi promuove la memorizzazione involontaria e l’uso automatico del materiale studiato nel parlare.

Giochi reali quando si impara l’inglese con i bambino

Il terzo tipo di giochi lessico-grammaticali ha origine dai giochi della vita reale, cioè conservano la forma di giochi autentici ma hanno un contenuto educativo. Così, per esempio, il gioco chiamato “Collezione” o “Famiglia”, il cui obiettivo è raccogliere 4 carte identiche (4 colori identici, o 4 frutti, o 4 tipi di vestiti, cioè un insieme di carte dello stesso tema), risale al famoso gioco di carte “Regina di Picche”. Ai partecipanti vengono date delle carte e il loro compito è quello di chiedere: “Have you got a…?” per scoprire chi degli altri giocatori ha le carte che gli mancano nella sua collezione e prenderle usando “Give me, please…” o “Can I have a…?”. Questi giochi sono particolari perché è impossibile giocare senza usare le frasi necessarie. Il valore di questi giochi sta nel fatto che l’attenzione è focalizzata sul processo, le frasi necessarie si ricordano perché sono cruciali per il gioco. Può essere un po’ difficile preparare modelli per tali giochi.

Giochi di ruolo in inglese per bambini

Quando un bambino possiede una serie di strutture grammaticali, si possono introdurre giochi di ruolo, il cui obiettivo principale è esercitarsi nella capacità di combinare le strutture imparate e attivare il vocabolario. I giochi di ruolo più semplici in inglese per bambini includono “At a shop”, “At the doctor’s”, “Buying movie tickets”, “How can I get to…?”, “In a cafè”, ecc. I dialoghi di questi giochi consistono di 4 o più frasi e diventano prototipi di conversazioni comunicative nella vita reale.

Giochi di parole in inglese per studenti

I giochi di parole si basano sul principio del gioco “Snowball”, dove i partecipanti ripetono ciò che è stato detto prima di loro e aggiungono qualcosa di nuovo. Nei bambini più piccoli, si può usare l’opzione più semplice. I bambini pronunciano solo singole parole, ma con gli studenti più grandi è meglio esercitarsi a raccontare storie. In questo caso, gli studenti si alternano nel dire frasi complete e lo studente successivo aggiunge qualcosa di nuovo per creare una storia. Questi giochi sono ottimi da utilizzare per esercitarsi con la grammatica. Ad esempio, il primo inizia così “Every day I get up at 7 o’clock“. Il secondo ripete la prima frase e aggiunge la sua “Then I get dressed.” E si continua in ordine. L’ora è fissata nella prima frase, e attraverso ripetizioni multiple, l’intera situazione d’uso rimane in memoria come un modello.

Un’altra variante del gioco di parole per studenti più grandi può essere il gioco di immaginazione, per esempio, “If I had 1000 000 rubles I would…”. O qualsiasi altra situazione che richieda l’uso sia delle strutture linguistiche studiate sia del pensiero creativo o anche la capacità di risolvere problemi.

I giochi elencati sopra e le loro varianti possono essere utilizzati a casa per le lezioni di inglese con bambini di diverse età e aiutano gli studenti ad incrementare l’interesse e la motivazione. L’uso regolare delle tecniche di gioco permetterà di rendere il processo di apprendimento dell’inglese vivace e divertente, e i risultati motiveranno non solo i bambini ma anche i loro genitori.

Se dubitate ancora delle vostre capacità ma volete che il percorso di apprendimento dell’inglese per vostro figlio non sia associato alla memorizzazione di regole incomprensibili e alla scrittura di dettati noiosi, allora è il momento di pensare a una buona scuola di lingua per bambini. Ad esempio, tutte le video lezioni della scuola d’inglese online Novakid per bambini di età compresa tra i 4 e i 12 anni si svolgono in un formato di gioco attraverso una stretta interazione tra insegnante e studente in inglese! Iscrivetevi per la prima lezione: è gratuita e vedrete con i vostri occhi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: