Scrolltop arrow icon
IT
IT flag icon
Mobile close icon
Condividi
LinkedIn share icon
<strong>Per imparare l’alfabeto in inglese basta una canzoncina?</strong>
Inglese divertente
Star icon
20.08.2021
Time icon 8 min
Comment icon 2 commenti
Heart icon 0 likes

Per imparare l’alfabeto in inglese basta una canzoncina?

Indice dei contenuti

Per imparare l’alfabeto in inglese non basta una canzoncina su Youtube. Ci sono molti miti da sfatare quando si parla dell’alfabeto in inglese per i bambini: non è facile come si tende a pensare, non è meglio impararlo dopo quello italiano e imparare le lettere in inglese non è per forza necessario per imparare a leggere. Continua a leggere per scoprire tutto quello che non sapevi sull’apprendimento dell’alfabeto in inglese. 

Mito #1. Ai bambini serve l’alfabeto inglese per leggere e scrivere in inglese

Per imparare l’inglese bisogna partire dall’alfabeto inglese. Questo è quasi sempre dato per scontato; per leggere devi imparare l’alfabeto. Ma è davvero così? Preparatevi a essere estremamente sorpresi: per leggere e scrivere in inglese non è necessario conoscere l’alfabeto!

L’alfabeto è l’insieme di tutte le lettere di un determinato sistema di scrittura, disposte in un certo ordine generalmente accettato.’’

Come è possibile? Molto semplice. L’alfabeto è solo una sequenza di lettere; conoscere l’alfabeto completo in inglese, purtroppo, non vi aiuterà a imparare a leggere! Non ci credete? Provate. Prendete per esempio la lettera “W”: in inglese si chiama [dUblju:] ( pronunciato “dabliu”). Quante parole inglesi conosci che cominciano con “dabliu”? E che dire della misteriosa lettera “H” che si pronuncia “eic”? Ti viene in mente una parola che inizia con il suono “eic”? Quindi possiamo imparare l’immagine della lettera e il suo nome nell’alfabeto inglese, ma il suono della lettera quando viene usata per comporre una parola è una cosa diversa. 

Ed è proprio questo il punto! Per poter leggere, bisogna conoscere i suoni dell’alfabeto inglese e l’immagine delle lettere che vediamo quando leggiamo o che ricordiamo quando vogliamo scrivere qualcosa. In inglese, si chiama phonics: la fonetica.

Dunque perché continuiamo a insegnare ai bambini tutte le lettere dell’alfabeto inglese? Praticamente, serve solo per riuscire a dire lettera per lettera il proprio nome, cognome, indirizzo o indirizzo e-mail. In inglese, si chiama “spelling“. Beh, è necessario conoscere l’alfabeto anche per trovare le parole in ordine alfabetico, per esempio, in un dizionario. I dizionari cartacei sono ormai completamente fuori moda, però. E quelli elettronici hanno una ricerca automatica. Quindi…

Mito #2. Meglio imparare prima a leggere in italiano e poi in inglese

Molti genitori credono che non si dovrebbe iniziare a imparare l’alfabeto inglese prima della seconda elementare, perché i bambini stanno ancora imparando le lettere dell’alfabeto della lingua madre. Noi, invece, siamo sicuri al 100% che iniziare a imparare le lettere dell’alfabeto inglese in seconda elementare sia già troppo tardi. 

Se un bambino vuole imparare le lettere inglesi a 5 anni, bisogna lasciarglielo fare in ogni caso! Ma è meglio usare la fonetica un po’ alla volta. Cerchiamo di capire.

Come sapete, una lingua può essere orale e scritta, e il modo naturale di imparare la lingua nativa è quello di passare dalla padronanza della forma orale alla conoscenza graduale di quella scritta. L’interesse per le lettere, o meglio per la loro scrittura, si manifesta molto presto nei bambini. A loro piace “copiare” le lettere senza pensare ai suoni, li fa sentire grandi. Lo stesso accade con l’inglese. Una cosa è conoscere le parole “dog” e “cat”, ma un’altra è saper scrivere queste parole.

Qui affrontiamo due problemi.

Innanzitutto, anche chi non ha mai studiato inglese può dire ABCDEFG ascoltando più volte una canzone dell’alfabeto inglese. Ma per correlare il suono di ABCD con la loro immagine scritta serve un passaggio in più! Quindi, nella memoria di un bambino, l’immagine sonora deve necessariamente essere supportata da un’immagine visiva, per esempio; si dice [si:] – si scrive “C”. Per fare questo, si possono creare cartoncini con l’alfabeto inglese da stampare o immagini con l’alfabeto in inglese, da pronunciare e ripetere. Meglio se il tutto diventa un gioco, e non un noioso esercizio mnemonico. Qui trovi tante idee di giochi per imparare l’alfabeto inglese.

In secondo luogo, non basta conoscere l’alfabeto inglese; bisogna anche capire come le lettere si combinano tra loro per formare le parole, e come si pronunciano in base alla vicinanza ad altre lettere e alla posizione nella parola. Pensiamo alle vocali: ce ne sono solo 5 ma producono 20 suoni diversi! Qui trovi altre informazioni sui suoni e le lettere inglesi.

Il bambino è pronto a leggere e scrivere quando le immagini suono-lettera e lettera-suono sono formate e fissate nella sua mente. Questo percorso richiede tempo ed esercizi speciali per memorizzare e praticare le lettere e i suoni della lingua inglese. ( Sul nostro canale you tube trovi tanti video per aiutare i bambini a scoprire i suoni delle lettere in inglese, come questo video sulla lettera A in inglese).

Mito #3. I bambini hanno una memoria eccellente. È facile imparare 26 lettere!

Quante lettere ci sono nell’alfabeto inglese?  Ce ne sono solo 26,  5 in più rispetto all’italiano. E i bambini hanno una memoria fantastica. Se ascoltano più volte una canzone dell’alfabeto inglese o guardano un cartone animato sull’alfabeto inglese, ricorderanno abbastanza facilmente sia i nomi delle lettere in inglese che il loro ordine. Qui potete stampare l’alfabeto inglese come pagine da colorare, ascoltare, colorare e ripetere. Potete iniziare a imparare l’alfabeto in inglese partendo dalle lettere più simili a quelle italiane: la M, la N o la B per esempio.

Il vantaggio di imparare l’alfabeto inglese in età prescolare è che i bambini non conoscono ancora le lettere dell’alfabeto della loro lingua madre, quindi ci sarà meno confusione. La principale difficoltà è la pronuncia dell’alfabeto inglese, perché le lettere inglesi si pronunciano in modo diverso da come sono scritte. Se le combinazioni suono-lettera e lettera-suono non vengono apprese bene, l’interferenza con la pronuncia delle lettere della lingua nativa influirà sia sulla pronuncia delle lettere inglesi (ad esempio, una lettera inglese viene pronunciata come un suono nella lingua madre) che sulla scrittura (ad esempio, si sente un suono, ma si scrive un “analogo” nella propria lingua invece di una lettera inglese).

Mito #4. Le lettere inglesi sono simili nella scrittura: è facile ricordarle

Le lettere dell’alfabeto inglese presentano qualche difficoltà. In primo luogo, come anche quelle italiane, hanno molte coppie “simili” nella forma, che differiscono solo per il verso in cui sono scritte. Ad esempio, le coppie di lettere “t” e “f” e “M” e “W” sono uguali, con la sola differenza che sono “riflesse”. E per quanto sia difficile da credere, i bambini le capovolgono! E le coppie di lettere in inglese come “d”“b” e, per esempio, “p”“q” differiscono solo nella direzione della “gobba”, e anche in questo caso i bambini possono confonderle, come avviene anche per l’italiano. All’inizio, questa confusione avrà anche un effetto negativo sulla lettura e la scrittura.

Naturalmente, con il passare del tempo, il bambino impara a gestirle. Quando, però, nella fase di apprendimento dell’alfabeto in inlgese, queste sfumature non vengono prese in considerazione, la confusione può consolidarsi e gli errori diventare difficili da correggere. stabili e risultano estremamente difficili da correggere. Gli strumenti online per imparare l’alfabeto inglese, i video gratuiti dell’alfabeto, le canzoni dell’alfabeto inglese per bambini con lettere e suoni, ecc. possono aiutare, ma…

Abbiamo preso in considerazione i miti più comuni su quanto sia “facile” per i bambini imparare le lettere inglesi. Sì, ogni bambino può imparare i nomi e la sequenza delle lettere a casa con i genitori, o anche in modo autonomo, utilizzando flashcard, immagini, canzoni  dell’alfabeto inglese su youtube, giochi ed esercizi anche gratuiti su internet.  Per imparare le combinazioni suono-lettera e cominciare a leggere e pronunciare correttamente in inglese, però, ci vuole un lavoro più lungo, meglio se con l’aiuto di insegnanti di inglese madrelingua, esperti nell’insegnamento ai bambini. Proprio come gli insegnanti Novakid. 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Nassima

    Ciao voglio fare iscrizioni ai miei figli due insieme

Arrow icon Precedente
Inglese divertente
03.06.2021
Time icon 3 min
Quiz e tour in realtà virtuale: più opportunità per imparare l’inglese con Novakid
Avanti Arrow icon
Inglese divertente
27.08.2021
Time icon 15 min
Tante idee di giochi in inglese per imparare e divertirsi
Scegli una lingua
Down arrow icon
RU flag icon Russia EN flag icon Global English CZ flag icon Czech Republic IT flag icon Italy PT flag icon Portugal BR flag icon Brazil RO flag icon Romania JP flag icon Japan KR flag icon South Korea ES flag icon Spain CI flag icon Chile AR flag icon Argentina SK flag icon Slovakia TR flag icon Turkey PL flag icon Poland IL flag icon Israel GR flag icon Greece MY flag icon Malaysia ID flag icon Indonesia HU flag icon Hungary FR flag icon France DE flag icon Germany ARAB flag icon Global العربية NO flag icon Norway IN flag icon India IN-EN flag icon India-en NL flag icon Netherlands SE flag icon Sweden DK flag icon Denmark FI flag icon Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.