Scrolltop arrow icon
IT
IT flag icon
Mobile close icon
Condividi
a ragazza adolescente che tiene in mano una lavagna con la scritta Impara l'inglese
Consigli per i genitori
Star icon
03.03.2022
Time icon 8 min
Comment icon 0 commenti
Heart icon 0 likes

A che età iniziare l’inglese? Meglio in età prescolare.

Indice dei contenuti

Tutti i bambini in Italia cominciano a imparare l’inglese in prima elementare ma molti genitori si chiedono se sia utile fare iniziare l’inglese ai bambini già alla scuola materna, con corsi e lezioni private. In effetti l’apprendimento di una seconda lingua in età prescolare (prima dei 6 anni) ha molti vantaggi e aiuta i bambini a sviluppare alcune particolari abilità. Vediamo i motivi per iniziare l’inglese fin da piccoli.

Quando iniziare un corso di inglese?

A che età cominciare le lezioni di inglese? Fino a qualche tempo si pensava che esporre i bambini a una seconda lingua fin da piccoli potesse addirittura ritardare lo sviluppo del linguaggio. Questa tesi si è rivelata infondata, e anzi oggi gli esperti sottolineano i vantaggi di imparare una seconda lingua già alla scuola materna. In questo interessante articolo Alberto Oliverio, tra i più noti studiosi italiani di psicobiologia e neuroscienze, descrive gli effetti positivi del bilinguismo precoce. Prima della pubertà, spiega Oliverio, i bambini hanno una grande capacità di apprendere due lingue, sia dal punto di vista dei suoni, sia da quello delle regole grammaticali. Inoltre, il cervello dei bambini piccoli è estremamente plastico, può manipolare due lingue e assorbire suoni diversi con facilità.

Nel caso di bambini di genitori italiani che vivono in italia, l’obiettivo dell’apprendimento dell’inglese da piccoli non sarà quello di rendere il bambino bilingue, ma di porre le basi per imparare l’inglese più facilmente da più grandi, impostare la pronuncia, sviluppare memoria, immaginazione, pensiero astratto e apertura mentale.

Imparare una seconda lingua da piccoli è così importante che il Consiglio dell’Unione Europea già nel 1997 ha raccomandato a tutti gli Stati Membri di inserire la seconda lingua anche alla scuola materna: “L’apprendimento precoce di una o piû lingue oltre alla propria madrelingua, in particolare attraverso un approccio ludico, può creare le condizioni necessarie e propizie per il successivo apprendimento di lingue straniere”. In parole più semplici: se si inizia l’Inglese da piccoli, sarà più facile parlarlo bene da adulti. Inoltre, il Consiglio sottolinea che “l’apprendimento delle lingue sin dalla più tenera età può favorire una migliore comprensione, un maggiore rispetto reciproco tra i giovani attraverso la conoscenza degli altri, nonché un’apertura alle ricchezze culturali.” Imparare l’inglese da piccoli, quindi aiuta lo sviluppo della comunicazione interculturale che è una competenza sempre più necessaria per bambini e ragazzi. Qui il testo integrale della Risoluzione del Consiglio dell’Unione Europea sull’apprendimento precoce delle lingue. 

Come insegnare l’inglese ai piccoli: l’approccio ludico

Secondo noi una lezione di inglese per i piccoli è efficace se si basa su quattro elementi: l’approccio ludico, un insegnante empatico, movimento, materiali colorati che i bambini possono toccare. L’approccio ludico è fondamentale quando si inizia l’inglese da piccoli: i bambini devono imparare la lingua giocando. Gli studi dimostrano che se si impara l’ingelse giocando, si impara di più e meglio. 

Per questo le lezioni di inglese Novakid sono basate sul gioco. Che si tratti di memorizzare nuove parole, imparare la grammatica o fare i compiti, tutto viene presentato ai bambini sotto forma di gioco. I nostri insegnanti sanno mantenere l’attenzione anche dei più piccoli e creano un rapporto di fiducia, che invoglia il bambino ad entrare in relazione e a giocare. Anche i materiali sono importanti: non usiamo libri né quaderni, ma cartoni animati e immagini dai colori vivaci che i bambini possono toccare. I bambini, per esempio, ascoltano il suono di una parola e cliccano sull’immagine corrispondente. Guarda qui altri esempi di giochi in inglese sulla piattaforma Novakid.
Usiamo anche la musica, che rende la lezione più allegra e aiuta i bambini a memorizzare anche testi un po’ più lunghi, grazie alle rime e al ritmo. A lezione si balla, si canta e i bambini possono portare il loro giocattolo preferito. Anche gli insegnanti portano giochi e pupazzetti a lezione e li usano per rendere la lezione più divertente e per fare conversazioni in inglese. Anche i bambini più timidi si sentono a loro agio con i nostri insegnanti.Prova una lezione gratuita e scopri il nostro metodo per iniziare l’inglese da piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Arrow icon Precedente
gruppo di bambini seduti sull'erba in cerchio
Consigli per i genitori
03.03.2022
Time icon 8 min
Come aiutare i bambini a socializzare e l’importanza della comunicazione interculturale
Avanti Arrow icon
Consigli per i genitori
03.03.2022
Time icon 7 min
Attività in inglese per bambini da fare a casa. Imparare con il gioco.
Scegli una lingua
Down arrow icon
RU flag icon Russia EN flag icon Global English CZ flag icon Czech Republic IT flag icon Italy PT flag icon Portugal BR flag icon Brazil RO flag icon Romania JP flag icon Japan KR flag icon South Korea ES flag icon Spain CI flag icon Chile AR flag icon Argentina SK flag icon Slovakia TR flag icon Turkey PL flag icon Poland IL flag icon Israel GR flag icon Greece MY flag icon Malaysia ID flag icon Indonesia HU flag icon Hungary FR flag icon France DE flag icon Germany ARAB flag icon Global العربية NO flag icon Norway IN flag icon India IN-EN flag icon India-en NL flag icon Netherlands SE flag icon Sweden DK flag icon Denmark FI flag icon Finland