Scrolltop arrow icon
Left arrow icon Tutte le categorie
Close icon
Novità
Apprendimento dell'inglese
Novakid per genitori
IT
IT flag icon
Mobile close icon
CTA background
Prenota le migliori lezioni d'inglese per tuo figlio
PROVA GRATIS
Condividi
LinkedIn share icon
<strong>Come aiutare i bambini a fare i compiti? 10 regole da seguire</strong>
Istruzione dei bambini
Star icon
27.01.2023
Time icon 5 min
Comment icon 0 commenti

Come aiutare i bambini a fare i compiti? 10 regole da seguire

Indice dei contenuti

I bambini vanno aiutati a fare i compiti o devono fare tutto da soli? Difficile stabilire il giusto equilibrio tra aiutare i bambini a fare i compiti e lasciare che se la cavino da soli. Diciamo subito che l’obiettivo deve essere quello di rendere autonomi i bambini, in maniera graduale, nello svolgimento dei compiti. E che il genitore dovrebbe essere lì per aiutare e supportare, non fare i compiti al posto del figlio o della figlia. 

In Novakid, il problema bambini e compiti lo abbiamo risolto rendendo i compiti divertenti. Nei nostri corsi di inglese online per ragazzi, i compiti a casa sono esercizi interattivi da fare sul tablet o sul telefono. I bambini li fanno volentieri e imparano di più, come ha confermato la nostra ricerca sui benefici della gamificazione e della didattica basata sulle storie. Se gli esercizi di inglese per bambini sono proposti come giochi online, ragazzi e ragazze sono più motivati e dedicano con piacere più tempo ai compiti. 

Fare i compiti: in Italia i bambini sono i più autonomi

Sull’argomento “bambini e compiti” e su come aiutare i bambini a fare i compiti, i genitori hanno idee diverse. Come emerge anche da un sondaggio Novakid sull’argomento, che ha coinvolto 3.000 genitori di bambini tra i 4 e i 14 anni, in diversi Paesi. Abbiamo chiesto ai genitori quanto aiutavano i loro bambini e bambine nello svolgimento dei compiti. Le risposte mostrano differenze notevoli tra i paesi.

Dai nostri dati emerge che l’Italia è il paese dove i bambini sono più autonomi nei compiti: il 23% dei genitori che hanno partecipato al sondaggio ha dichiarato che i bambini fanno i compiti da soli, in totale autonomia. Solo il 16 % dei genitori ha dichiarato di fare i compiti con i figli per tutto il tempo o per la maggior parte del tempo.

I genitori di altri paesi europei, invece, sembrano essere molto più presenti nel seguire i compiti: il 45% dei francesi e il 28% degli spagnoli e dei turchi dichiarano di seguire bambini e bambine nello svolgimento dei compiti per la maggior parte del tempo o per tutto il tempo. Atteggiamenti molto diversi dunque, che dipendono dalla cultura del paese e della famiglia. E anche dal tempo disponibile dei genitori, naturalmente. 

Convincere i bambini a fare i compiti non è semplice, e capire quanto e come aiutarli neanche. Non ci sono scorciatoie o trucchi per far fare i compiti ai bambini: si tratta di stabilire delle regole e di avere pazienza. Vediamo qui 10 regole da seguire per aiutare i bambini con i compiti nel modo giusto.

Sei un genitore e vorresti condividere la tua esperienza?

Contattaci e racconta la tua storia

Fare i compiti con i figli: sì ma come allenatore

A cosa servono i compiti ai bambini? A imparare, a verificare se e quanto hanno imparato, a stimolare curiosità verso la materia, a sentirsi bravi e autonomi, ad accettare l’errore e a misurarsi con le difficoltà. Quindi la regola numero 1 è: non fare tu i compiti di tuo figlio. Resisti alla tentazione di fare tu quel powerpoint: se ti sostituisci a tua figlia le togli l’opportunità di confrontarsi con l’errore o di sentirsi orgogliosa per il voto che ha meritato. 

Detto questo, bambini e bambine non vanno però abbandonati totalmente a se stessi nel fare i compiti. Pensa a te come a un allenatore: devi supportare, allenare e dare suggerimenti, ma non devi fare tu la gara!

Diverse ricerche hanno sottolineato quanto i compiti siano un’occasione per favorire l’acquisizione di responsabilità e autonomia da parte del bambino (Keith, Diamond-Hallam, Fine, 2004; Merieu, 2002) e come il giusto coinvolgimento dei genitori nello svolgimento dei compiti sia molto utile per creare un buon rapporto scuola-famiglia (Coleman, 1988; Epstein, 2001). Si tratta di trovare il punto di equilibrio tra aiutare i bambini a fare i compiti ma non aiutare troppo. 

Vediamo 10 regole importanti per fare i compiti con i bambini.

Le 10 regole per aiutare i bambini a fare i compiti

    1. La responsabilità dei compiti è dei bambini e delle bambine. Non aprire il registro elettronico per vedere i compiti, non chiedere sul gruppo whatsapp dei genitori. Bambini e bambine devono sapere quali sono i compiti da fare, è una loro responsabilità. 
    2. Un posto fisso per fare i compiti. Dedicare uno spazio preciso e tranquillo per fare i compiti aiuta a studiare meglio. Non allo studio davanti alla TV , in salone con fratelli e sorelle che che giocano o con il libro in equilibrio precario sul cuscino del divano. Abitua tuo figlio o tua figlia a studiare alla scrivania in camera sua o in uno spazio il più possibile tranquillo e silenzioso.
    3. Una scrivania in ordine In mezzo al caos non si può studiare. Ci si distrae, non si trovano le cose che servono. Abitua tuo figlio o tua figlia a mettere in ordine la scrivania prima di fare i compiti. 
    4. Stabilisci le priorità tra i diversi compiti. La cosa più importante da insegnare a bambini e bambine a pianificare i compiti. Decidete insieme quali compiti fare prima, in base alla priorità, alla difficoltà e al tempo. Meglio fare i compiti per domani che quelli per dopodomani, meglio fare prima i compiti più difficili o più lunghi. Meglio ancora programmare i compiti su tutta la settimana, in base agli altri impegni. Questo è qualcosa in cui i bambini vanno aiutati. Qui trovi un articolo interessante su come insegnare la gestione del tempo ai bambini.
    5. Fissa un tempo limite. Sedersi a fare i compiti può essere per un bambino come entrare in un tunnel senza fine. I bambini non hanno il senso del tempo e fare i compiti non è divertente. Quindi, per evitare di farli sentire demotivati di fronte a qualcosa di enormemente lungo e noioso, prova a dividere il tempo dei compiti in “pezzi” più piccoli e più gestibili. Per esempio: mezz’ora di compiti e poi una pausa per la merenda, poi un’altra mezz’ora. Il tempo dipende dall’età e dal bambino. 
    6. Assicurati che sappia cosa fare. La scrivania è in ordine, hai stabilito i tempi e i compiti sono scritti sul diario. Ma tuo figlio sa cosa deve fare? Ha capito l’esercizio? Deve farlo sul libro o sul quaderno? Deve fare anche i disegni? Ha tutto quello che serve? Assicurati che sappia come fare il compito e abbia gli strumenti che gli servono.
    7. Non sedersi accanto. Aiutare i bambini a fare i compiti non significa sedersi accanto a loro tutto il tempo. Bambini e bambine dovrebbero affrontare i compiti da soli, e sapere che tu sei nei paraggi se serve aiuto.
    8. Fornisci supporto: sii disponibile per dubbi o chiarimenti, fatti ripetere la lezione di storia, dai qualche consiglio su come migliorare un po’ la mappa concettuale, o l’esposizione, suggerisci uno o più metodi per studiare. Poi però esci di scena: il compito deve farlo tuo figlio o tua figlia.
    9. Non correggere (troppo). Gli esercizi di matematica sono tutti sbagliati. Che fai? ti viene naturale correggere tutto e spiegare l’errore. Questa però non è la cosa migliore. Prova prima a chiedere a tuo figlio di autocorreggersi: riguardare l’esercizio e trovare l’errore. Poi chiedi di studiare di nuovo la regola, e poi riguardare l’esercizio e trovare gli errori. Così lo aiuterai a sentirsi competente, invece di sostituirti a lui. Andare a scuola con un compito con qualche errore non è la fine del mondo: i compiti servono ad imparare.
    10. Falli sentire bravi: fare i compiti con i figli è un processo graduale verso l’autonomia che richiede tempo e pazienza. Ma è anche una splendida opportunità per te genitore di condividere il quotidiano di tuo figlio o tua figlia, supportare nelle difficoltà, e farli sentire bravi e competenti. 
    11. E tu quale problema incontri con il tuo bambino o la tua bambina quando si tratta di fare i compiti? Raccontacelo qui.

       

      Ti è piaciuto questo articolo?

5/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti
Scegli una lingua
Down arrow icon
Russia Global English Czech Republic Italy Portugal Brazil Romania Japan South Korea Spain Chile Argentina Slovakia Turkey Poland Israel Greece Malaysia Indonesia Hungary France Germany Global العربية Norway India India-en Netherlands Sweden Denmark Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.