Scrolltop arrow icon
IT
IT flag icon
Mobile close icon
Condividi
LinkedIn share icon
I 10 passi per insegnare ai bambini a organizzare il proprio tempo
Novakid per i genitori
Star icon
27.09.2022
Time icon 5 min
Comment icon 0 commenti
Heart icon 1 likes

I 10 passi per insegnare ai bambini a organizzare il proprio tempo

Indice dei contenuti

I bambini hanno ormai agende fittissime, fatte di scuola, compiti, sport corso inglese per bambini, amici. Sono impegnati come o più degli adulti, ma a differenza degli adulti ancora non sono in grado di organizzare il proprio tempo

E quindi sta ai genitori programmare le giornate e la settimana in modo da riuscire a farci stare dentro tutto. Ma che fatica! Eppure bambini e ragazzi possono imparare- piano piano –  a gestire il proprio tempo e a organizzare lo studio da soli. Insomma, il time management si può insegnare anche ai bambini. 

Vediamo quali sono i punti di forza del time management  e come insegnare ai bambini ad organizzare il proprio tempo.

Perché è importante imparare a organizzare il proprio tempo

Imparare a organizzare il proprio tempo è importante per molti motivi ed è una competenza da imparare da piccoli.  Prima di tutto aiuta bambini e ragazzi a sentirsi autonomi e a sentirsi grandi. Quindi, contribuisce alla sicurezza in se stessi. 

Riuscire a organizzare la propria giornata, serve anche a diminuire lo stress perché aiuta i bambini a sentire che hanno il tempo necessario per fare quello che devono fare. Inoltre, i bambini che imparano a gestire il proprio tempo riescono a separare meglio il tempo dello studio dal tempo del gioco e del riposo. Questo aiuta a concentrarsi di più quando devono studiare e a godere poi i momenti di relax. 

Ultimo ma non meno importante punto di forza del time management è il fatto di evitare continue discussioni tra genitori e figli. “Vai a fare i compiti”, “Adesso non è il momento di giocare”, e così via. Quando tuo figlio avrà imparato come gestire il proprio tempo e come organizzare lo studio, non avrai più bisogno di ricordargli di continuo quello che deve fare. 

Il time management non si impara dall’oggi al domani, è un processo che richiede tempo. Ma ecco qualche consiglio per insegnare il time management ai bambini.

I 10 passi per insegnare il time management ai bambini

Vediamo insieme 10 semplici passi per abituare i bambini a organizzare il proprio tempo

Stabilisci una routine familiare 

Stabilire una routine familiare aiuta i bambini ad acquisire il senso del tempo. Fissa orari regolari ( con un po’ di flessibilità) per andare a letto e per i pasti, un tempo per i compiti e un tempo per il relax e il gioco. 

Insegna a tenere in ordine 

Inutile stabilire un tempo per fare i compiti se poi tuo figlio impiega un quarto d’ora a trovare il libro e la matita. In altre parole, decidere un posto fisso per libri e quaderni e mantenere la scrivania ordinata sono aspetti importanti per imparare come organizzare lo studio e gestire il tempo. 

Fate un elenco delle attività 

Il primo passo per il time management è capire quali sono le cose da fare. Fate insieme una to do list, la lista delle cose da fare. Può essere settimanale o giornaliera. Con i più piccoli puoi cominciare da una lista delle cose da fare dopo la scuola. L’importante è insegnare un metodo, e fare una lista delle attività è il primo passo. 

Stabilite le priorità

Quando avete davanti l’elenco delle cose da fare, è il momento di stabilire le priorità. Questo è probabilmente l’aspetto più importante da insegnare ai bambini: prima le cose più importanti. First things first. Mettete in ordine le attività della lista per importanza. Per esempio: prima i compiti, poi tutto il resto. Prima quello che si deve fare per forza oggi, poi il resto.

Stimate il tempo necessario

Quanto ci vuole a mettere in ordine la stanza? E a fare i compiti di matematica? Per programmare le cose da fare bisogna sapere quanto tempo richiedono. Insegna a tuo figlio a stimare il tempo delle attività. I bambini sviluppano il senso del tempo verso i 6 anni. Anche concetti semplici come “prima” e “dopo” non sono facili da capire per i bambini più piccoli. Immagina quanto può essere difficile per un bambino stimare il tempo necessario per finire i compiti. Puoi aiutarlo usando una clessidra, un timer o i movimenti delle lancette di un orologio. Piano piano, imparerà. 

Dividete le attività più lunghe in piccoli passi

Un’ora è un tempo lunghissimo per un bambino. Se un’attività richiede molto tempo, meglio suddividerla in step più piccoli, così non rischi di demotivarlo.

Fate una checklist 

Adesso avete la lista delle cose da fare, ordinate per priorità e sapete più o meno quanto ci vorrà a completarle. Per i compiti, o le piccole faccende domestiche, può aiutare il metodo della checklist: alla fine di ogni attività completata il bambino mette una crocetta o sbarra l’attività. Ogni crocetta è una piccola soddisfazione. E la lista si accorcia. 

Non pretendere troppo

Imparare a organizzare il proprio tempo e lo studio non è facile per i bambini. Né per gli adulti, in realtà. Non aspettarti troppo da tuo figlio e aiutalo e incoraggialo sempre lungo il percorso. Ricorda che gli stai insegnando un metodo, e che non riuscirà subito a programmare tutto alla perfezione e a stare nei tempi. Ci vuole tempo per imparare a gestire il tempo. 

Non programmare troppo

Anche se sai quali sono i punti di forza del time management e perché è importante insegnare il time management ai bambini, ricorda di non esagerare con la programmazione. Lascia spazi liberi e non programmati nella giornata o nella settimana di tuo figlio, altrimenti rischi di sottoporlo a una pressione eccessiva. Tutto dovrebbe essere vissuto come un gioco, soprattutto per i più piccoli. Se diventa un’ossessione, rischi di ottenere l’effetto contrario. 

Premia i piccoli e grandi successi

Piccoli e grandi successi nella gestione del proprio tempo vanno premiati. Così tuo figlio sarà motivato a continuare. Basta anche un semplice “sei stato proprio bravo!”. 

Nella nostra scuola di inglese online le lezioni durano 25 minuti: il tempo giusto per la concentrazione dei piccoli, e molto più semplici da inserire nell’agenda settimanale dei nostri impegnatissimi bambini. 

Prenota subito una  lezione di prova gratuita e scopri il nostro metodo coinvolgente e interattivo per imparare l’inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arrow icon Precedente
Novakid per i genitori
20.09.2022
Time icon 5 min
Come insegnare ad andare in bici in modo divertente
Avanti Arrow icon
Novakid per i genitori
11.10.2022
Time icon 5 min
Quattro ricette di mochi facili e golose da fare con i bambini
Scegli una lingua
Down arrow icon
RU flag icon Russia EN flag icon Global English CZ flag icon Czech Republic IT flag icon Italy PT flag icon Portugal BR flag icon Brazil RO flag icon Romania JP flag icon Japan KR flag icon South Korea ES flag icon Spain CI flag icon Chile AR flag icon Argentina SK flag icon Slovakia TR flag icon Turkey PL flag icon Poland IL flag icon Israel GR flag icon Greece MY flag icon Malaysia ID flag icon Indonesia HU flag icon Hungary FR flag icon France DE flag icon Germany ARAB flag icon Global العربية NO flag icon Norway IN flag icon India IN-EN flag icon India-en NL flag icon Netherlands SE flag icon Sweden DK flag icon Denmark FI flag icon Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.