Scrolltop arrow icon
Left arrow icon Tutte le categorie
Close icon
Novità
Apprendimento dell'inglese
Novakid per genitori
IT
IT flag icon
Mobile close icon
CTA background
Prenota le migliori lezioni d'inglese per tuo figlio
PROVA GRATIS
Condividi
LinkedIn share icon
livelli qcer
Istruzione dei bambini
Star icon
07.07.2022
Time icon 10 min
Comment icon 0 commenti

A cosa servono i livelli del QCER e come li usiamo nelle nostre lezioni di inglese

Indice dei contenuti

Se ti interessa lo studio dell’inglese, o delle lingue in generale, probabilmente hai già sentito parlare del QCER, il Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. In inglese Common European Framework of Reference for Languages (CEFR).

In questo articolo ti spieghiamo brevemente a cosa serve, quali sono i livelli del QCER e come e perché li applichiamo nei nostri corsi di inglese per bambini.

Che cos’è il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue?

Spiegato in modo semplice, il QCER è uno schema che stabilisce sei livelli di conoscenza delle lingue chiari e condivisi in tutta Europa, che vanno da A1 a C2. Vediamo due esempi concreti del suo utilizzo. Primo esempio: su un CV puoi indicare che il tuo livello di inglese è B1, e il datore di lavoro capirà immediatamente se il tuo inglese è abbastanza buono per quel lavoro. Secondo esempio: studi inglese in una scuola, poi vuoi trasferirti in un’altra – magari anche in un altro paese europeo – e continuare a studiare da dove avevi lasciato. Con il QCER, potrai indicare alla scuola che avevi completato il corso A2, per esempio, e riprendere da lì. Semplice.

Prima del QCER i livelli delle lingue straniere erano indicati con termini un po’ generici come “Intermedio” o “Avanzato”, che non davano un’indicazione oggettiva della competenza linguistica degli studenti.

Il QCER è stato creato negli anni ’90 dal Consiglio d’Europa ed è usato il livello di conoscenza della lingue straniere in tutti gli stati europei: è usato dagli insegnanti di lingue e dalle scuole per creare materiali di studio, per definire il programma dei corsi e per sviluppare prove di esame e schemi di valutazione.

Il QCER non è legato a nessuna specifica certificazione europea di inglese , ma le linee guida del QCER sono utilizzate in molte scuole di lingua in tutta Europa per strutturare gli esami. Le certificazioni di inglese di Cambridge, per esempio, si basano sul QCER.

Sei un genitore e vorresti condividere la tua esperienza?

Contattaci e racconta la tua storia

Quali sono i livelli del QCER?

Il QCER indica tre livelli di conoscenza della lingua straniera, indicati con le lettere A, B e C, da base ad avanzato. Ogni livello è suddiviso in un due sottolivelli, indicati con 1 e 2. I livelli quindi vanno da A1 a C2. Ogni livello QCER è collegato alla conoscenza di specifici elementi di grammatica e vocabolario e ad alcune competenze comunicative che dovrebbero essere raggiunte al termine di ciascun livello.

Per esempio: se inizi un corso di inglese da zero e completi il livello A1, dovresti sapere usare le congiunzioni coordinate (and, but, or) per collegare due frasi, conoscere un vocabolario semplice relativo ad argomenti della vita quotidiana ( abbigliamento, per esempio, o i cibi più comuni), capire e usare espressioni base che servono per soddisfare bisogni concreti ed immediati (ho fame, ho sete), chiedere e rispondere a domande di tipo personale, come ad esempio dire dove vivi, di dove sei, dare informazioni di base sulla tua famiglia, gli amici e le cose che possiedi. Sempre che l’interlocutore parli lentamente e chiaramente. A1 quindi indica una competenza di base della lingua.

Al livello B2 ( intermedio/ alto) invece le cose cambiano. Se il tuo inglese è B2, significa che puoi fare un discorso semplice e coerente su argomenti che ti sono familiari, descrivere le tue esperienze, parlare delle tue speranze e ambizioni, dare la tua opinione su un argomento e raccontare i tuoi progetti.

Il livello più alto del QCER è il C2. Se hai un livello di inglese C2 vuol dire che parli fluentemente l’inglese, capisci quello che leggi e ascolti e comprendi le sfumature di significato anche nelle situazioni più complesse. Il livello C1 o C2 è richiesto, per esempio, per iscriversi alle facoltà universitarie all’estero.

Perché NovaKid utilizza il QCER?

In Novakid utilizziamo il QCER per strutturare i nostri test e il programma dei corsi, per essere sicuri che tutti gli studenti siano collocati nel livello più adatto per loro.

Gli insegnanti Novakid utilizzano il livelli del QCER per valutare con precisione il livello di inglese degli studenti. Capire il livello di inglese dei nostri studenti è fondamentale: solo così i ragazzi si sentiranno stimolati a studiare inglese. Studiare qualcosa che già conosci è noioso, studiare qualcosa di troppo difficile è scoraggiante.

Il QCER fornisce anche una guida dettagliata sugli elementi grammaticali e di vocabolario da studiare ad ogni livello. Per esempio, il QCER suggerisce che gli studenti studino alcuni avverbi (sometimes e always per esempio) al livello A1. Mentre l’avverbio “rarely” dovrebbe essere introdotto più in là, in un livello di inglese più avanzato. Così gli studenti possono costruire il loro vocabolario in modo graduale, basandosi sulle conoscenze già apprese.

Ma i livelli del QCER non si concentrano solo su vocabolario e grammatica: le abilità comunicative sono forse la cosa più importante. Facciamo un esempio: il QCER suggerisce che a livello A1 gli studenti dovrebbero essere in grado di
descrivere a un medico i propri sintomi, discutere delle attività quotidiane o parlare con un amico dei propri cibi preferiti. Il QCER mira quindi a creare studenti che sanno usare la lingua per comunicare. Noi di NovaKid crediamo che comunicare sia la cosa più importante, e strutturiamo le nostre lezioni per sviluppare le abilità comunicative. Una lingua si studia per comunicare. E vogliamo che i nostri studenti si sentano sicuri quando comunicano in inglese.

Prenota una lezione di inglese gratuita per tuo figlio con Novakid e scopri le nostre lezioni divertenti ed efficaci.

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti
Due bambini sono seduti sul divano e ridono, scherzi per bambini piccoli, illustrazione
Istruzione dei bambini
Scegli una lingua
Down arrow icon
Russia Global English Czech Republic Italy Portugal Brazil Romania Japan South Korea Spain Chile Argentina Slovakia Turkey Poland Israel Greece Malaysia Indonesia Hungary France Germany Global العربية Norway India India-en Netherlands Sweden Denmark Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.