Scrolltop arrow icon
Left arrow icon Tutte le categorie
Close icon
Novità
Apprendimento dell'inglese
Novakid per genitori
IT
IT flag icon
Mobile close icon
CTA background
Prenota le migliori lezioni d'inglese per tuo figlio
PROVA GRATIS
Condividi
LinkedIn share icon
Ragazzi di 11 anni: tutti i consigli per i genitori
Novakid per genitori
Star icon
23.02.2024
Time icon 6 min
Comment icon 0 commenti

Ragazzi di 11 anni: tutti i consigli per i genitori

Indice dei contenuti

Non è facile essere genitori di una bambina o un bambino di 11 anni. Ti trovi di fronte all’improvviso un preadolescente che a volte non sai come trattare. A questa età si vive una fase di crescita importante, e anche il passaggio alla scuola media contribuisce a un cambiamento che può essere rapido. Vediamo alcuni suggerimenti pratici per affrontare nel modo migliore questo momento di cambiamenti.

Lo sviluppo del bambino di 11 anni

A 11 anni non parliamo più di bambini e bambine ma di preadolescenti. I ragazzi di 11 anni e soprattutto le ragazze attraversano una fase di sviluppo importante, il corpo cambia e gli ormoni sono responsabili di cambi di umore ed emozioni intense.

Il comportamento dei bambini di 11 anni è altalenante. Ci sono momenti in cui ti sembra di avere a che fare con un adolescente arrabbiato e momenti in cui rivedi il tuo bambino piccolo che vuole un abbraccio. In questa fase di sviluppo del bambino di 11, il suo interesse si comincia a spostare verso l’esterno della famiglia: gli amici diventano più importanti, si fanno paragoni con quello che succede nelle altre famiglie e i genitori non sono più infallibili come erano qualche anno fa. 

I bambini di 11 anni cominciano anche ad avere voglia di stare da soli, e chiedono di passare il tempo con gli amici più che con la famiglia. 

La psicologia del bambino di 11 anni

Gli 11 anni sono un’età di mezzo tra infanzia e adolescenza, in cui bambini e bambine si sentono grandi e chiedono più autonomia. Cominciano le scuole medie, c’è il confronto con i ragazzi e le ragazze più grandi. Allo stesso tempo, i bambini di 11 anni hanno ancora più bisogno di sentirsi sicuri. Come genitore, devi riuscire a concedere il giusto grado di autonomia, che consenta a tuo figlio di sperimentare e crescere senza correre rischi e sentendosi all’interno di un perimetro sicuro. 

Qualunque sia il tuo stile genitoriale, esigere il rispetto delle regole a questa età è importante perché le regole fanno sentire i ragazzi al sicuro, in un momento in cui molte cose sembrano cambiare: il corpo, la scuola, i pensieri e le emozioni. 

Confrontarsi con un ragazzo o una ragazza in questa fase di crescita non è facile, le discussioni sono frequenti e possono nascere dai risultati a scuola, dal tempo dedicato ai compiti, dal dover porre limiti al bisogno crescente di indipendenza. In questa fase è importante mantenere aperto il dialogo, ascoltare senza giudicare, consigliare e consolare. 

Ecco alcuni consigli concreti per i genitori dei ragazzi di 11 anni. 

Sei un genitore e vorresti condividere la tua esperienza?
Contattaci e racconta la tua storia

Bambini di 11 anni: la ricerca dell’identità

Il comportamento del bambino di 11 anni cambia perché a questa età si comincia a farsi domande sulla propria identità. I bambini di 11 anni possono voler cambiare sport o non essere più interessati alle cose che prima li attraevano. Si fa più attenzione ai vestiti, allo zaino per la scuola o al taglio di capelli.

In questa fase di crescita si costruisce un modo di essere, si cerca la tribù a cui appartenere. Trovare una passione, che colleghi a un gruppo di coetanei con interessi simili, è importante a questa età. Ma si possono aiutare bambini e bambine a trovare un hobby ? Il primo consiglio è quello di osservare tuo figlio. Gli hobby nascono da interessi e passioni che a 11 sono ormai evidenti. Quello che puoi fare, quindi, è osservare gli interessi di tuo figlio o tua figlia e poi suggerire degli strumenti per coltivare questi interessi. 

Per esempio: se tuo figlio ascolta molta musica di gruppi internazionali o gioca online con coetanei di altri paesi, puoi suggerire un corso di inglese per ragazzi, che lo aiuterà a diventare più “fluent” e a capire tutti i testi delle sue canzoni preferite. Se si porta dietro un album da disegno e vorrebbe disegnare anche a tavola, considera un corso di disegno. Oppure cercate insieme dei tutorial online per imparare a disegnare, o esplorare diverse tecniche di espressione artistica.

Le emozioni dei bambini di 11 anni: rabbia e stress

Rabbia e stress possono essere dei fattori nel comportamento dei bambini di 11 anni. La fase di crescita e di grandi cambiamenti che devono affrontare può portarli a sperimentare momenti di rabbia intensa e episodi di stress. 

La rabbia può essere una reazione alle pressioni scolastiche, alle difficoltà nelle relazioni con i coetanei , che diventano più complesse, o alla sensazione di essere incompresi dai genitori e dagli adulti. Questa emozione può manifestarsi in modo improvviso, e riflette la difficoltà di gestire emozioni complesse e la ricerca di identità.Lo stress nei ragazzi di 11 anni può essere causato dalla paura di non essere all’altezza, della pressione per le prestazioni a scuola o dal confronto con gli altri. Gli 11 anni sono un periodo di transizione, e come genitore devi sforzarti di offrire supporto e comprensione anche nei momenti di rabbia e forte stress, sapendo che le reazioni forti di tuo figlio sono parte del suo percorso di crescita. 

Ragazzi di 11 anni: come renderli più autonomi

La richiesta di autonomia a questa età è molto forte e va assecondata per quanto possibile, senza mettere i ragazzi in situazioni che comportano dei rischi. Per rendere autonomi i ragazzi, c’è bisogno di insegnargli a fare da soli. ll principio generale è ricordare che i ragazzi di 11 anni non sono più bambini e che sono in grado di fare molte cose da soli, se gli viene insegnato. La richiesta di essere considerati “grandi” deve procedere insieme a una maggiore responsabilizzazione. 

Anche imparare a organizzare il proprio tempo è importante per i ragazzi di 11 anni. Riuscire a organizzare la propria giornata serve a diminuire lo stress perché aiuta i bambini a sentire che hanno il tempo necessario per fare quello che devono fare, favorisce la sicurezza in se stessi ed evita continue discussioni tra genitori e figli. “Vai a fare i compiti”, “Adesso non è il momento di giocare”, e così via. Quando tuo figlio avrà imparato come gestire il proprio tempo e come organizzare lo studio, non avrai più bisogno di ricordargli di continuo quello che deve fare. Leggi tutti i nostri consigli su come insegnare ai ragazzi a organizzare il proprio tempo. 

E naturalmente a 11 anni ragazzi e ragazze devono gradualmente diventare più autonomi nello svolgimento dei compiti. La regola numero 1 è quella di non fare tu i compiti al posto di tuo figlio. Resisti alla tentazione di fare tu quel powerpoint: se ti sostituisci a tua figlia le togli l’opportunità di confrontarsi con l’errore o di sentirsi orgogliosa per il voto che ha meritato. 

Detto questo, bambini e bambine di 11 anni non vanno però abbandonati totalmente a se stessi nel fare i compiti. Pensa a te come a un allenatore: devi supportare, allenare e dare suggerimenti, ma non devi fare tu la gara!  Qui trovi le 10 regole per aiutare i bambini a fare i compiti.

In conclusione, per supportare la fase di sviluppo che i bambini di 11 anni affrontano, è importante sforzarsi di mantenere aperta la comunicazione e mostrare comprensione e ascolto. Se riesci a far costruire un ambiente dove tuo figlio può esprimere le sue emozioni e preoccupazioni potrai supportarlo al meglio e rinsaldare il vostro legame anche in questo momento in cui le relazioni possono diventare più difficili.

2.6/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti
Come spiegare qualcosa ai bambini
Educazione dei figli
Come spiegare qualcosa ai bambini
Scegli una lingua
Down arrow icon
Russia Global English Czech Republic Italy Portugal Brazil Romania Japan South Korea Spain Chile Argentina Slovakia Turkey Poland Israel Greece Malaysia Indonesia Hungary France Germany Global العربية Norway India India-en Netherlands Sweden Denmark Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.