Scrolltop arrow icon
Left arrow icon Tutte le categorie
Close icon
Novità
Apprendimento dell'inglese
Novakid per genitori
IT
IT flag icon
Mobile close icon
CTA background
Prenota le migliori lezioni d'inglese per tuo figlio
PROVA GRATIS
Condividi
LinkedIn share icon
una bambina davanti all'edificio scolastico, con la madre, illustrazione
Istruzione dei bambini
Star icon
16.08.2023
Time icon 6 min
Comment icon 0 commenti

Mio figlio non vuole andare a scuola: 10 consigli da seguire

Indice dei contenuti

Il ritorno a scuola dopo le vacanze estive può rivelarsi un periodo sfidante sia per i bambini che per i genitori. Dopo settimane di svago e divertimento, è normale che i nostri piccoli trovino difficile riadattarsi ai ritmi scolastici e alle responsabilità quotidiane. Il cambiamento repentino dalla libertà estiva alla routine scolastica può causare ansia e stress nei bambini, influenzando il loro entusiasmo per il nuovo anno scolastico. Mal di testa e mal di pancia possono essere segnali che il bambino non vuole andare a scuola.

In questo articolo, vediamo come rendere il rientro a scuola più sereno per tutta la famiglia con i consigli di Adrienne Landry, direttore dei programmi didattici di Novakid. E i 10 consigli da mettere in pratica per un back to school senza stress.

Mio figlio non vuole andare a scuola: che fare?

Se tuo figlio mostra segni di riluttanza o dice apertamente di non voler tornare a scuola dopo l’estate, sappi che non è il solo. Questa reazione è comune tra molti bambini e può essere il risultato di diversi fattori e dipende dall’età. Nel caso di un bambino di 3 anni che non vuole andare a scuola, probabilmente è in gioco l’ansia da separazione, la paura del nuovo ambiente. Nel caso di un bambino di 8 anni che non vuole andare a scuola potrebbe trattarsi di insicurezza sulla proprie capacità scolastiche o difficoltà a socializzare.

Ma più semplicemente, il ritorno a scuola dopo le vacanze è difficile semplicemente perché si passa bruscamente dalla libertà dei mesi estivi alla routine scolastica. Ci sono molte cose che puoi fare per aiutare tuo figlio o tua figlia a superare questa fase di transizione e affrontare la sfida del rientro a scuola con serenità.

La prima cosa è riconoscere l’emozione del bambino e aprirsi al dialogo. Non trattare il malessere del bambino come un capriccio: ascolta con attenzione e senza giudicare, incoraggiandolo a esprimere le sue preoccupazioni e paure riguardo al ritorno a scuola. Capire le sue emozioni è fondamentale per poter offrire il supporto adeguato. Dimostra empatia e comprensione, facendogli sentire che le sue emozioni sono valide e che tu sei lì per aiutarlo.

Condividere le tue esperienze da bambino può essere un modo efficace per instaurare un legame con tuo figlio e farlo sentire compreso. Racconta delle tue paure riguardo alla scuola, se ne avevi. 

Puoi dire: “Quando ero piccolo, anche io a volte avevo paura di andare a scuola. Mi sentivo nervoso perché temevo di non essere abbastanza bravo nei compiti o di non avere amici con cui giocare. Ma poi ho imparato che tutti hanno le loro paure e che parlarne con qualcuno può aiutare a sentirsi meglio.”

 

Insomma, qualunque sia il tuo stile genitoriale (scoprilo nel nostro test sugli stili genitoriali), sforzati di mostrare empatia e comprensione verso il malessere che riguarda il ritorno a scuola. Dopotutto, anche per gli adulti tornare al lavoro dopo le vacanze è difficile, giusto?

Sei un genitore e vorresti condividere la tua esperienza?

Contattaci e racconta la tua storia

Bambini che non vogliono andare a scuola: 10 consigli

Quando i bambini non vogliono andare a scuola dopo le vacanze la parola d’ordine è: gradualità. Il segreto è abituare gradualmente al passaggio dalla libertà delle vacanze estive alla rigidità e alla nuova routine del ritorno a scuola. Qui trovi 10 consigli da seguire se tuo figlio o tua figlia non vogliono andare a scuola, per rendere più sereno questo passaggio. 

  1. Prendetevi qualche giorno di anticipo per il ritorno a casa, in modo che tutta la famiglia abbia il tempo necessario per prepararvi al rientro scolastico. Questo vi permetterà di affrontare la transizione con calma e serenità, evitando l’ansia dell’ultimo momento.
  2. Aiutate il bambino a riprendere gradualmente il ritmo scolastico, anticipando il rituale del sonno e degli orari dei pasti. Iniziare già una settimana prima dell’inizio della scuola ad andare a letto prima e svegliarsi presto. Così l’adattamento ai nuovi orari sarò più semplice e meno stressante.
  3. Organizza incontri con i compagni di classe. Vedere i compagni di classe più simpatici è un grande aiuto quando i bambini non vogliono andare a scuola.. Aiuta a sentirsi parte di una comunità, e rende più piacevole il ritorno a scuola.
  4. Per aiutare i bambini a superare la resistenza al ritorno a scuola, organizzate uscite piacevoli, come una giornata al mare o un’escursione, nelle prime settimane di scuola. Mostrare loro che il divertimento può continuare anche dopo l’inizio delle lezioni li aiuterà ad affrontare il rientro con un atteggiamento più positivo e meno riluttante.
  5. Iscrivete il bambino a un’attività extrascolastica che gli piace: un corso di inglese online, un corso di danza o uno sport. Se il bambino non vuole andare a scuola, sapere che oltre alla scuola inizia anche un’attività che gli piace può aiutarlo. (Leggi i nostri consigli su come scegliere le attività extrascolastiche per non sovraccaricare bambine e bambini).
  6. Coinvolgere il bambino nell’acquisto dei materiali scolastici è un ottimo modo per farlo sentire parte attiva del ritorno a scuola. Andate insieme a scegliere quaderni, penne, astuccio e zaino, lasciandogli la possibilità di esprimere le sue preferenze. Questo coinvolgimento lo aiuterà a sentirsi entusiasta riguardo all’anno scolastico imminente e a prendere parte attiva nella preparazione per la scuola.
  7. Per i bambini più grandi, un piccolo regalo come una maglietta nuova, un nuovo cappellino o un braccialetto da indossare il primo giorno di scuola può essere un modo simpatico per creare un senso di attesa positiva. Questo gesto speciale li farà sentire speciali e pronti ad affrontare il rientro a scuola con stile e sicurezza.
  8. Create una mensola dei lavoretti. Mettete in bella vista i lavoretti o le ricerche dell’anno scorso e fate posto ai nuovi lavori dell’anno che sta per iniziare. Questo è un modo per aiutare bambini e bambine a sentirsi bravi e aumentare l’autostima. (Leggi il nostro articolo su come aiutare i bambini con bassa autostima).
  9. Per i più piccoli, potete aiutarli a scegliere un pupazzo o un oggetto di comfort da portare con loro a scuola. Questo piccolo compagno li farà sentire al sicuro e li accompagnerà durante la giornata scolastica, aiutandoli a superare l’ansia della separazione e rendendo il primo giorno di scuola un momento di gioia e serenità.
  10. Per rendere il primo giorno di scuola più facile, organizzatevi per andare a scuola insieme a un amico. Potreste vedervi dieci minuti prima davanti alla scuola per iniziare insieme il primo giorno.

La scuola è iniziata: aiuta tuo figlio a mantenere la motivazione

Il problema dei bambini che non vogliono andare a scuola non finisce con l’inizio della scuola. Il malessere può continuare per alcuni giorni o settimane, ma in genere il rifiuto per la scuola sparisce quando i bambini si abituano alla routine.

Se il rifiuto della scuola continua, è importante capire le cause. A volte le cause possono non avere a che fare con la scuola: l’arrivo di un fratellino o una situazione difficile in famiglia possono generare un rifiuto nei confronti della scuola.

La cosa importante è mantenere aperto il dialogo con bambini e bambine riguardo alla loro vita scolastica. Parla con gli insegnanti per capire se ci sono problemi o difficoltà che il bambino sta affrontando. Anche gli amici di tuo figlio o gli altri genitori possono essere di aiuto per capire come tuo figlio vive il suo tempo a scuola. Se il problema continua valuta la possibilità di rivolgerti a uno psicologo.

Hai affrontato questo problema con i tuoi bambini? Hai dei consigli per gli altri genitori? Raccontacelo!

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti
Istruzione dei bambini
Istruzione dei bambini
Scegli una lingua
Down arrow icon
Russia Global English Czech Republic Italy Portugal Brazil Romania Japan South Korea Spain Chile Argentina Slovakia Turkey Poland Israel Greece Malaysia Indonesia Hungary France Germany Global العربية Norway India India-en Netherlands Sweden Denmark Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.