Scrolltop arrow icon
Left arrow icon Tutte le categorie
Close icon
NovitĂ 
Apprendimento dell'inglese
Novakid per genitori
IT
IT flag icon
Mobile close icon
CTA background
Prenota le migliori lezioni d'inglese per tuo figlio
PROVA GRATIS
Condividi
LinkedIn share icon
Almond mom: chi sono le mamme mandorla?
Novakid per genitori
Star icon
09.04.2024
Time icon 7 min
Comment icon 0 commenti

Almond mom: chi sono le mamme mandorla?

Indice dei contenuti

Conosci le mamme mandorla? O, in inglese, almond moms. Forse hai giĂ  sentito questo termine e ti chiedi cosa significa esattamente. Oppure ti senti una almond mom e vuoi saperne di piĂą. In questo articolo spieghiamo chi sono le almond mom – o gli almond dad- e come capire se sei uno di loro. 

Almond mom: significato.

“Almond mom” in inglese significa “mamma mandorla”. Il termine rimanda a qualcosa di gioioso: le mandorle sono un cibo sano, vengono in mente i mandorli in fiore, la primavera. Invece, questo termine ha un significato negativo. Con “almond mom” si indicano le madri molto concentrate sul controllo dell’alimentazione e sull’aspetto fisico proprio e dei figli. Quelle mamme o, piĂą in generale, quei genitori che impongono a figli e figlie diete ipocaloriche, pratiche detox ed esercizio fisico eccessivo. 

Le mamme mandorla nascono e fioriscono nel contesto della “diet culture”, la cultura della dieta, che va a braccetto con ideali di bellezza stereotipati e poco realistici. Per le almond mom bellezza significa prima di tutto magrezza. Il termine mamma mandorla è entrato a far parte del dibattito sui social sugli stereotipi di bellezza, le aspettative irrealistiche sul corpo e l’alimentazione che possono essere trasmesse dalle madri alle figlie. 

Qual è il rischio dei genitori mandorla? Quello di spingere figlie e figlie verso disturbi alimentari e insoddisfazione verso il proprio corpo.

Mamma mandorla: come è nato questo termine?

PerchĂ© proprio mandorla? Non potevano essere chiamate “mamme nocciola” o “mamme carota”? Il termine “almond mom” è diventato virale su TikTok l’anno scorso in relazione a un vecchio episodio di “The Real Housewives of Beverly Hills”, dove la modella Gigi Hadid allora ancora piccola diceva alla madre Yolanda di aver mangiato solo una mandorla e di sentirsi molto debole. “Prendi un paio di mandorle e masticale bene” fu la risposta della madre.

Due mandorle masticate lentamente sembrano davvero poco per saziare e dare energia a una ragazzina affamata. Ed ecco la nascita del termine: la mamma mandorla è quella che , quando ti senti debole perché hai fame, ti risponde di masticare due mandorle. 

Yolanda Hadid, si è poi giustificata, in un’intervista al magazine People, dicendo che quando ha risposto alla figlia si stava riprendendo da un’operazione chirurgica ed era ancora mezza addormentata. A quanto pare, però, in un altro video sempre lei, la mamma mandorla per eccellenza, aveva ripreso la figlia Gigi che voleva mangiare un po’ troppo al suo compleanno, ricordandole che a Parigi e Milano le ragazze piacciono magre. Riferendosi, naturalmente, alle modelle in passerella. 

Anche Gwyneth Paltrow è stata definita una almond mom, dopo la diffusione di un video in cui parlava della sua dieta e della sua routine di esercizio fisico: digiuno intermittente, per pranzo spesso un brodo, un caffè a metà mattina, verdure a cena e almeno un’ora di esercizio al giorno. 

Perché le mamme mandorla possono fare danni

Se insegni a tuoi figli i principi dell’alimentazione sana e stai attento a dare merende sane e a evitare che eccedano con il cibo spazzatura, non significa che sei una mamma mandorla. Le mamme mandorla sono quelle che demonizzano intere categorie di cibi, che tengono i figli sempre a dieta, che notano subito se un figlio ha preso peso. E che trasmettono l’idea che per essere belli si debba essere magri, senza riconoscere che non nasciamo tutti filiformi e che si può essere belli anche senza essere sottopeso. 

Sei un genitore e vorresti condividere la tua esperienza?
Contattaci e racconta la tua storia

Secondo gli esperti, un genitore che si comporta così rischia di generare nei figli vergogna del proprio corpo, sensi di colpa legati al cibo e piĂą in generale un rapporto non sano con l’alimentazione, che può sfociare in un vero e proprio disturbo alimentare. Oltre a rischiare di minare l’autostima di bambini e bambine.

Come capire se rischi di diventare una mamma mandorla?

Sei una mamma mandrola?

Ecco alcune cose su cui riflettere per capire se sei una mamma mandrola. In genere le almond mom applicano ai figli gli stessi comportamenti che rivolgono a se stesse. Ecco alcuni segnali a cui fare attenzione. Le almond mom :

  • sono ossessionate dalla forma fisica
  • eliminano totalmente dalla dieta di alcuni cibi considerati “cattivi”
  • danno consigli non richiesti ai figli sulla dieta o l’esercizio fisico
  • pesano le porzioni dei figli e contano le calorie
  • pensano che magrezza sia sinonimo di bellezza
  • i loro figli si nascondono quando vogliono mangiare qualcosa
  • vietano ai figli alcuni tipi di cibi
  • se un figlio dice di avere fame rispondono “bevi un po’ d’acqua” oppure “non hai fame, sei annoiato”
  • fanno commenti sul corpo di altre persone: “si è ingrassata” o “come pensa di potersi mettere quei pantaloni?”
  • mangiano un’insalata mentre il resto della famiglia mangiano un piatto di pasta

Naturalmente alcuni di questi comportamenti sono giustificati, in alcuni casi. Ma se vivi l’atto del mangiare più come una colpa che come un piacere, e ti senti in diritto di mangiare solo se hai bruciato abbastanza calorie, allora potresti essere a rischio di trasformarti in una mamma mandorla. 

Come parlare di sana alimentazione ai ragazzi

Se ti ritrovi, anche in parte, in questo modello di madre ossessionata dal peso proprio e dei figli, sei sempre in tempo a cambiare. Prova a parlarne con uno psicologo o un nutrizionista, per riflettere sul tuo rapporto con il corpo e con la forma fisica. 

Puoi bilanciare l’importanza della forma fisica incoraggiando altri aspetti della vita dei tuoi figli e dando importanza alla loro curiosità e creatività, aiutandoli a scoprire le proprie passioni. Un corso di inglese, per esempio,  può aiutare bambini e bambine a conoscere nuove culture, scoprire i propri talenti e fare nuove amicizie. 

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti
Come spiegare qualcosa ai bambini
Scegli una lingua
Down arrow icon
Russia Global English Czech Republic Italy Portugal Brazil Romania Japan South Korea Spain Chile Argentina Slovakia Turkey Poland Israel Greece Malaysia Indonesia Hungary France Germany Global العربية Norway India India-en Netherlands Sweden Denmark Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.