Come puoi spiegare a tuo figlio che dovrebbe imparare l’inglese? | Novakid
Educazione dei bambini Motivazione e sviluppo dei bambini

Parliamo di motivazione: come puoi spiegare a tuo figlio che dovrebbe imparare l’inglese?

In un mondo globalizzato, sapere l’inglese è fondamentale. Avere una buona padronanza di una lingua straniera offre notevoli opportunità e apre molte porte. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone se ne rende conto solo dopo aver completato gli studi, e a quel punto è molto difficile, se non impossibile, recuperare il ritardo. Sì, sì, stiamo parlando di quegli adulti “pigri” che non hanno imparato l’inglese a tempo debito e ora si stanno proverbialmente prendendo a calci da soli.

Molti genitori si chiedono come possono evitare che i propri figli facciano lo stesso errore. E coloro che pensano “non c’è niente di cui preoccuparsi, impareranno a scuola” si sbagliano! Pochissimi bambini imparano l’inglese a scuola e gli altri devono ricevere un aiuto extra, o… beh, prima o poi finiscono per prendersi a calci da soli.

Perché non dovresti affidarti solo alla scuola

Potresti chiederti: com’è possibile non imparare l’inglese in 8 anni di scuola? Tutti iniziano a imparare l’inglese dalla 2° elementare e fanno lezione almeno due volte a settimana. Dalla 5° elementare in poi, si fanno almeno 3 lezioni d’inglese a settimana! Libri di testo colorati, foto, immagini divertenti, canzoni, filastrocche, compiti, cruciverba e molto altro. Imparare l’inglese al giorno d’oggi è un piacere! Non è più come una volta. Ai nostri tempi, noi adulti studiavamo su libri noiosi, con disegni in bianco e nero (uno ogni 3 pagine) e molti testi da tradurre…

Tuttavia, il problema è che, proprio come in passato, anche oggi gli insegnanti d’inglese iniziano dall’alfabeto. Ai bambini non viene insegnato subito ad ascoltare e a parlare, ma piuttosto a leggere, scrivere e imparare le regole grammaticali. Sono molte informazioni per un bambino di seconda elementare. È proprio questo il problema. Come risultato, i bambini perdono rapidamente ogni interesse nel processo di apprendimento, bastano un paio di brutti voti e cominciano a odiare l’inglese perché è difficile, noioso e monotono…

C’è solo un modo per evitare che questo accada: i bambini devono iniziare a imparare l’inglese prima di andare a scuola. L’apprendimento precoce permetterà loro di formare una buona base linguistica ed eliminare qualsiasi barriera psicologica, così si sentiranno molto più sicuri quando a scuola ripeteranno ciò che già sanno e ricordano. Non si annoieranno perché impareranno in un ambiente diverso, e i buoni voti che otterranno saranno un’ottima motivazione per continuare a imparare l’inglese.

Come motivare un bambino che sta imparando l’inglese a scuola e si trova in difficoltà?

Se un bambino continua a brontolare che “odia questa cavolo di lingua”, sarà molto difficile fargli imparare qualcosa. Si può, naturalmente, usare il metodo del bastone e della carota, o cercare di motivarlo con dei premi. Ma in questo caso, studiare l’inglese non sarà una scelta personale, lo farà solo perché è costretto: “Studierò perché non voglio prendere un’insufficienza o perché mi hanno promesso questo o quello…”

In alcuni casi, la motivazione esterna può essere d’aiuto. Ad esempio, quando si riesce a stabilire un obiettivo concreto: “Voglio imparare l’inglese per ottenere un buon lavoro o per andare all’estero”. In questo caso, la lingua inglese diventa necessaria per raggiungere l’obiettivo prefissato. Ma nel caso dei bambini, sono piuttosto i genitori ad avere un obiettivo, che spesso è quello di non far prendere brutti voti ai loro figli. Pertanto, il metodo del “bastone e della carota” funziona fino ad un certo punto. Quindi cosa possiamo fare?

Prima di tutto, cerca di suscitare l’interesse del bambino

Come? Dopo tutto, il treno ha lasciato la stazione “Ciuf-Ciuf!” ed è troppo tardi per salire a bordo. Il bambino ormai associa l’inglese a qualcosa di negativo. Dovrai provare a dare un’occhiata più approfondita al programma scolastico e aiutarlo con i compiti. Se non funziona, allora dimentica la scuola e scegli un corso d’inglese privato. Prima, però, assicurati che offra attività divertenti e un metodo d’insegnamento efficace. 

Il corso d’inglese è divertente, ma che dire delle verifiche e dei brutti voti?

I voti possono aspettare. Per prima cosa, è fondamentale stimolare l’interesse del bambino in modo che capisca che l’inglese non è poi così male, ma anzi, può essere molto divertente. Può decisamente migliorare la sua autostima. I voti non sono importanti, ma gli studenti dovrebbero comunque essere elogiati per il loro impegno. Tutti amano ricevere dei complimenti. Gli psicologi dichiarano all’unanimità che gli elogi rendono anche gli adulti molto più sicuri delle proprie capacità. Vedrai che non appena la negatività sarà scomparsa, tuo figlio dimostrerà più interesse nei confronti dell’inglese e comincerà anche a fare progressi a scuola. Non subito, ma succederà.

Cosa fare se a tuo figlio l’inglese piaceva, ma poi ha iniziato la scuola media…

La famigerata prima media! Prima di tutto, non dimenticare che i bambini di 11-12 anni stanno per diventare adolescenti, ed è un’età imbarazzante. Il loro mondo si capovolge, le priorità non sono più le stesse e gli interessi cambiano radicalmente. Prima a tuo figlio piaceva studiare l’inglese, aveva un buon rapporto con l’insegnante, andava bene, e ora… Ora si chiede quale sia lo scopo di tutto ciò. Perché fare questo sforzo? Quando i bambini crescono, arriva il momento di rispondere in modo chiaro alla domanda: “Perché dovrei imparare l’inglese?”.

Puoi parlare di quanto sia importante l’inglese a livello globale, del fatto che sia la lingua della comunicazione internazionale e, soprattutto, non dimenticare di rammaricarti del tuo amaro destino! Dimostra, con il tuo esempio, quanto sia terribile la vita per chi non conosce l’inglese. Racconta le tristi storie del tuo passato, di come non hai ottenuto il lavoro che volevi, di come non hai potuto comunicare con lo staff all’aeroporto e di come al ristorante hai ordinato qualcosa di completamente inaspettato al posto del dolce quella volta in cui eri in vacanza all’estero. Puoi anche mentire un po’ per far sembrare tutto più drammatico: è per una buona causa. L’importante è parlare con calma e convinzione, presentando un’argomentazione dopo l’altra fino a quando non ti accorgerai che hai trovato qualcosa a cui tuo figlio tiene veramente e considera abbastanza degno del suo impegno… Ecco una lista di motivi per imparare l’inglese, un irrinunciabile asso nella manica per tutti i genitori.

Perché imparare l’inglese?

1. L’inglese è la lingua della comunicazione internazionale, si parla in tutto il mondo, anche in Cina. Senza l’inglese, sarà difficile cavarsela durante i viaggi all’estero: non puoi chiedere indicazioni, non puoi fare shopping, non puoi ordinare un dolce delizioso, non puoi chiedere il menù al bar o al ristorante. E dimenticati di parlare con gli altri bambini o ragazzi in spiaggia! Ci sono un sacco di “non si può”! Non vorrai restare lì con un’espressione vuota sul viso.

2. Anche una conoscenza di base dell’inglese ti darà la possibilità di capire cosa sta succedendo e di spiegarti in qualsiasi situazione, invece di agitarti e andare nel panico. Pertanto, se sai parlare l’inglese eviterai di trovarti in situazioni stressanti mentre sei in viaggio.

3. Una buona conoscenza dell’inglese ti aiuterà a capire i testi delle tue canzoni preferite, così potrai tradurli ai tuoi amici e fare bella figura. Puoi anche “chattare” con altre persone provenienti da tutto il mondo sui social network e leggere le biografie dei tuoi idoli!

4. Usare internet senza parlare inglese è come usare l’ultimo iPhone solo per le chiamate e gli SMS! La maggior parte dei contenuti è disponibile solo in inglese, come video, film, podcast, blog e articoli su vari argomenti che potrai guardare, leggere e ascoltare senza alcuna difficoltà.

5. Se parli inglese, puoi tenerti aggiornato sulle ultime scoperte e invenzioni internazionali. Imparare con la BBC, National Geographic e TED Talks è molto divertente! Ci sono programmi educativi, corsi di formazione e film, oltre a tante conferenze.

6. Puoi fare tour virtuali nei musei più interessanti del mondo. Una buona conoscenza dell’inglese offre grandi opportunità per l’autoeducazione e lo sviluppo personale, perché puoi visitare tutti i luoghi più famosi restando comodamente a casa tua. E l’audioguida in inglese sarà un compagno insostituibile durante questi viaggi.

7. E che dire del fatto che potrai guardare gli ultimi film e serie TV con i tuoi attori preferiti in lingua originale ancora prima che vengano doppiati nella tua lingua? Vale anche la pena ricordare che la traduzione non è sempre in grado di trasmettere accuratamente il significato del discorso in lingua originale.

8. Puoi anche leggere i tuoi libri preferiti nella versione originale senza aspettare che vengano tradotti.

9. Moltissimi videogiochi sono disponibili solo in inglese! Naturalmente, i gamer comunicano tra loro quasi esclusivamente in inglese.

10. Se parli l’inglese, puoi chattare con altre persone sui social network e parlare di qualsiasi cosa sia di tendenza al momento: dai piani per il fine settimana alle ultime notizie ed eventi sensazionali.

11. Gli appassionati di tecnologia e informatica hanno la possibilità di capire le istruzioni per i gadget e i software più recenti proprio grazie all’inglese. Per gli utenti comuni invece è un’opportunità per capire i “pop-up” e altre informazioni tecniche sul proprio computer.

12. Una buona padronanza dell’inglese al liceo ti darà l’opportunità di partecipare a concorsi internazionali o anche di vincere borse di studio che ti permetteranno di accedere all’istruzione superiore all’estero gratuitamente. Tuttavia, senza un test che confermi il tuo livello d’inglese, non sarai ammesso alle università internazionali. Devi avere un buon punteggio TOEFL o IELTS. Puoi fare gli esami in anticipo nel tuo Paese d’origine. Devi sostenere questi esami anche per ottenere un visto di studio o di lavoro.

13. L’inglese può essere la tua finestra sul mondo. Ad esempio, puoi partecipare a programmi di studio o di volontariato all’estero. Incontra nuovi amici e divertiti!

14. Senza l’inglese, non potrai partecipare ai campi estivi internazionali e incontrare altri ragazzi provenienti da tutto il mondo.

15. Una volta compiuti i 14 anni, gli anglofoni possono fare volontariato in eventi sportivi internazionali. I candidati fanno dei colloqui e sono accuratamente selezionati. Dopo aver compiuto 18 anni, è possibile anche trovare un lavoro all’estero, per esempio, raccogliendo frutta e verdura o facendo l’animatore nei campi estivi negli Stati Uniti. Per far ciò, è necessario un test d’inglese scritto.

16. In generale, l’inglese è fondamentale per trovare un lavoro prestigioso e adeguatamente retribuito in un’azienda internazionale. Gli stipendi sono sempre più alti per le persone che parlano bene l’inglese.

17. Se vuoi partecipare a concorsi, progetti, conferenze e seminari internazionali, ovviamente dovrai anche parlare bene l’inglese. E questo può essere un’ottima aggiunta al tuo CV.

Wow, questa lista è piuttosto incredibile. Se vuoi, puoi aggiungere altre motivazioni. Il concetto è chiaro: non si può arrivare da nessuna parte senza l’inglese. E prima i bambini se ne rendono conto e si impegnano ad imparare questa lingua, meglio è. Ma… ancora una volta, se il programma di studio per loro è troppo difficile e noioso, nessuna di queste motivazioni li avvicinerà alla meta desiderata.

Vale anche la pena notare che i voti scolastici non sono un buon indicatore della conoscenza dell’inglese. Quindi, se la scuola non riesce a far appassionare tuo figlio all’apprendimento dell’inglese, dovresti ricorrere a un corso extrascolastico o a una piattaforma educativa valida.

Le scuole online sono molto diffuse attualmente, poiché si tratta di un formato di apprendimento  ideale per i bambini e i ragazzi di 10-12 anni. Consigliamo a tutti i genitori di dare un’occhiata alle videolezioni della scuola online Novakid. Le lezioni si svolgono esclusivamente in inglese perché tutti gli insegnanti sono madrelingua. Inoltre, sono anche professionisti dell’insegnamento e sanno trovare il modo giusto per motivare chiunque. Fai una prova, la prima lezione è gratuita!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: