Scrolltop arrow icon
Left arrow icon Tutte le categorie
Close icon
NovitĂ 
Apprendimento dell'inglese
Novakid per genitori
IT
IT flag icon
Mobile close icon
CTA background
Prenota le migliori lezioni d'inglese per tuo figlio
PROVA GRATIS
Condividi
LinkedIn share icon
Mamma, papĂ , figlio, famiglia su uno sfondo colorato, concetto di bonus scuola
Istruzione dei bambini
Star icon
30.08.2023
Time icon 5 min
Comment icon 0 commenti

Bonus scuola: che cos’è e come chiederlo

Indice dei contenuti

Quanto spenderai quest’anno per i libri di scuola? Sì, con la riapertura della scuola ormai imminente, è arrivato il momento di pensare a comprare i nuovi libri scolastici. Per fortuna anche quest’anno le famiglie possono contare su un aiuto economico: il “bonus libri”. 

Questo bonus fa parte degli aiuti alle famiglie erogati dalle regioni e serve ad alleviare – almeno un po’ – il costo associato all’acquisto dei libri scolastici. I dettagli su come richiederlo e i requisiti da soddisfare variano da comune a comune, ma in questo articolo vediamo come funziona e alcune informazioni importanti su come richiederlo e sui requisiti necessari per fare domanda. 

A proposito di libri, gli studenti dei nostri corsi di inglese online non hanno il problema del costo dei libri, perché tutti i materiali sono disponibili sulla piattaforma online Novakid. 

Bonus libri: a cosa serve?

In alcune regioni si chiama bonus libri, in altre dote scuola, pacchetto scuola, voucher libri o buono libri. Al di là del nome, che può cambiare da regione a regione, l’idea del bonus libri è la stessa ovunque: il bonus libri serve per comprare i libri scolastici dei ragazzi e ragazze che frequentano le scuole medie o le superiori. O anche corsi professionali o corsi di formazione regionali. 

Il bonus libri a volte viene chiamato impropriamente “bonus scuola”. In realtà il bonus scuola serve a rimborsare la spesa delle famiglie per la retta scolastica, quindi è un bonus diverso. 

Il bonus libri non serve solo per i libri scolastici, ma anche per altro materiale scolastico:

dizionari, libri di lettura scolastici e anche notebook e tablet che ormai sono strumenti necessari a scuola. (In questo articolo trovi i nostri consigli su quale computer scegliere per i bambini). 

La domanda per il bonus libri, le modalità di erogazione e i termini per la presentazione delle domande sono diversi da comune a comune. La cosa migliore quindi è controllare il sito del tuo comune di residenza o chiamare l’URP. Qui sotto vediamo alcune informazioni che ti saranno utili in qualsiasi regione tu viva.

Bonus libri: chi può chiederlo

Chi può chiedere il bonus libri? Per poter richiedere il bonus libri devi risiedere nel comune in questione, avere un isee inferiore a una certa cifra e altri requisiti. Vediamo meglio:

  • Residenza: il bonus libri 2023 – 2024 va richiesto al comune di residenza. Quindi, se si frequenta una scuola in un comune diverso da quello dove si risiede, la domanda va fatta comunque al comune di residenza. Alcuni comuni stabiliscono la possibilitĂ  di chiedere il bonus libri anche per persone che non hanno la residenza. 
  • Situazione economica: per chiedere il bonus libri l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) della famiglia non deve superare una certa cifra, stabilita a livello regionale. Le cifre sono diverse: in Sicilia l’ISEE non deve superare i € 10.632, nel Lazio €15.748, in Campania il limite è € 13.300. Importante quindi attivarsi per tempo per chiedere l’ISEE ( puoi farlo presso il CAF o anche online sulla pagina INPS dedicata all’ISEE).
  • Iscrizione a una scuola media, scuola superiore o a un corso di formazione professionale o a corsi regionali

Bonus scuola 2023 – 2024: a quanto ammonta

L’ammontare del bonus libri scolastici varia da regione a regione e anche da comune a comune. Diciamo subito che non è sicuramente sufficiente a coprire la spesa per tutti i libri scolastici. 

Facciamo qualche esempio. Il bonus libri regione Lazio 2023 – 2024 è di €145 per la scuola media e le prime tre classi delle scuole superiori. E di €130 per gli ultimi due anni di scuola superiore. Per la regione Toscana il bonus libri va da €130 a € 300, a seconda della scuola e del comune di residenza.

In Calabria il bonus previsto per gli studenti delle scuole superiori arriva fino a €200, e può coprire anche il costo dell’abbonamento ai trasporti pubblici. Si tratta quindi di un contributo allo studio, un po’ più ampio del bonus libri vero e proprio.

Al di là delle differenze regionali, le cifre non sono sufficienti a coprire la spesa totale per i libri di testo. Anche perché in alcuni casi il contributo vale solo per l’acquisto di libri nuovi e non si può spendere per testi scolastici usati. 

Sei un genitore e vorresti condividere la tua esperienza?

Contattaci e racconta la tua storia

Domanda per il bonus libri: quando e come

La domanda per il bonus scuola 2023 – 2024 si deve presentare online entro i termini stabiliti da ciascun comune. E anche in questo caso devi controllare online sul tuo comune di residenza oppure telefonare all’URP del comune. 

Le date variano molto da comune a comune. In Lombardia, per esempio, la domanda per il bonus libri si poteva presentare entro il 15 giugno. Il bonus per il libri scolastici a Roma invece si può chiedere dal 21 agosto al 2 ottobre 2023. Il bonus libri in Toscana 2023 – 2024 fa parte del piĂą ampio “pacchetto scuola” e le domande si possono presentare dal 24 agosto al 22 settembre 2023. Anche a Napoli è ancora possibile fare domanda per il bonus scuola: il periodo per la presentazione delle domande va dal 4 agosto al 18 settembre. In Emilia Romagna il bonus libri si può chiedere fino al 26 ottobre.

Come si richiede il bonus libri scolastici

Come le date e l’ammontare del buono scuola, anche le modalità di presentazione della domanda cambiano da regione a regione. Vediamo meglio.

In quasi tutte le regioni le domande vanno presentate online al comune di residenza. Per fare domanda per il bonus libri 2023 – 2024 devi avere lo SPID, oppure la carta d’identitĂ  elettronica. Alcune regioni hanno creato pagine web dedicate proprio alle domande per il bonus libri: vedi per esempio la pagina bonus libri 2023 della regione Emilia Romagna oppure la pagina dedicata al buono libri del Comune di Roma.

In Sicilia, invece, le domande vanno presentate direttamente alla scuola.

Dote scuola: altre informazioni importanti

Se pensi di aver diritto al bonus libri, ti consigliamo di controllare online le informazioni sul bonus del tuo comune prima di acquistare i libri. Infatti in alcune regioni il bonus libri è considerato come un rimborso, e quindi la somma viene accreditata sul tuo conto in banca come rimborso parziale per la spesa dei libri, ma in altre – nel Lazio per esempio- il bonus è un voucher elettronico che puoi usare per acquistare libri. 

Quindi, se hai giĂ  acquistato i libri, il voucher non ti servirĂ . ( Anche se potresti usarlo per acquistare un tablet o un computer per esempio).

Altre cose da sapere sul bonus libri 2023 – 2024: in molte regioni, il voucher libri non vale per l’acquisto di libri usati e non si può spendere per acquisti online o nei supermercati ma solo nelle librerie indicate dal comune

Se ti chiedi se puoi fare domanda per il bonus libri, la prima cosa da fare quindi è controllare l’importo massimo dell’ISEE stabilito dal tuo comune per poter fare domanda. E poi fare l’ISEE presso un CAF oppure online.

FAQ

Che cos’è il “Bonus scolastico per le famiglie in Italia 2023”?

Il bonus scolastico ( o bonus libri, voucher libri) è un aiuto erogato dai Comuni alle famiglie con ISEE non superiore a una certa cifra, per aiutare con le spese per l’acquisto di libri scolastici per ragazzi e ragazze delle scuole medie e superiori e per chi frequenta corsi di formazione professionale. Le modalitĂ  di richiesta e il periodo per fare domanda cambiano da regione a regione. 

Come posso richiedere il bonus scolastico per il 2023?

Le modalità per richiedere il bonus scolastico per il 2023 cambiano da comune a comune. In quasi tutti i comuni la domanda va presentata online ( serve lo SPID) su siti dedicati. In alcune Regioni ( per esempio in Sicilia), la domanda va presentata alla scuola. Anche le date per la presentazione delle domanda variano da Regione a Regione. Per richiedere il bonus libri bisogna presentare l’ISEE.

Cosa copre esattamente il bonus scolastico?

Il bonus scolastico ( bonus libri) copre una parte della spesa per i libri scolastici. Il bonus libri non serve solo per i libri scolastici, ma anche per altro materiale scolastico: dizionari, libri di lettura scolastici e anche notebook e tablet che ormai sono strumenti necessari a scuola.

Posso richiedere il bonus scolastico se ho giĂ  beneficiato di altre agevolazioni per lo stesso scopo?

No, se hai giĂ  beneficiato di altre agevolazioni non potrai richiedere il bonus libri 2023 – 2024.

5/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti
Istruzione dei bambini
Scegli una lingua
Down arrow icon
Russia Global English Czech Republic Italy Portugal Brazil Romania Japan South Korea Spain Chile Argentina Slovakia Turkey Poland Israel Greece Malaysia Indonesia Hungary France Germany Global العربية Norway India India-en Netherlands Sweden Denmark Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.