Scrolltop arrow icon
IT
IT flag icon
Mobile close icon
Condividi
LinkedIn share icon
Sicurezza informatica per bambini: 7 pericoli da evitare 
Novakid per i genitori
Star icon
19.01.2023
Time icon 7 min
Comment icon 0 commenti

Sicurezza informatica per bambini: 7 pericoli da evitare 

Indice dei contenuti

Internet è una grande risorsa di apprendimento per bambini e bambine, su questo non c’è dubbio. Basta un click e si può vedere qualsiasi parte del mondo, si può fare amicizia con ragazzi di altri paesi, approfondire qualsiasi argomento o imparare l’inglese con un corso di inglese online o con le app di inglese per bambini, senza muoversi da casa. Andare su Internet è aprire la porta del mondo: tante opportunità, ma anche tanti rischi. 

Il ruolo del genitore è chiaro, ma non facile: accompagnare bambini e bambine alla scoperta graduale di internet e della rete, insegnando loro quali sono i rischi e come proteggersi. Come si fa per tutti gli altri ambiti della vita “in carne e ossa”. Vediamo insieme i 7 principali rischi di Internet per i bambini e come insegnare le basi della sicurezza informatica a bambini e bambine.

I rischi del web per bambini: il cyberbullismo

Quando si pensa ai rischi di internet per i bambini e in particolare ai rischi dei social network, il cyberbullismo è la prima cosa che viene in mente ai genitori. Essere vittime di cyberbullismo significa essere messi in imbarazzo, insultati o presi in giro tramite commenti, video o foto fatte circolare su chat o social network. 

Il fenomeno è diffuso, e spesso i bambini vittime di bullismo non ne parlano con i genitori. Nel nostro articolo sul come combattere il bullismo trovi molti consigli su come capire se un bambino è vittima o spettatore di atti di bullismo o di cyberbullismo. 

Come proteggere i bambini dal cyberbullsimo? Insegna subito a tuo figlio o tua figlia a fare attenzione a cosa condivide su social, chat o messaggi privati: quello che va in rete rimane lì per sempre e foto o video inviate ad amici possono finire davanti agli occhi di altre persone o di tutta la scuola. Dopo aver cliccato “invia” perdiamo di fatto il controllo sulle nostre foto o video, non sappiamo dove andarnno a finire. 

Per evitare un altro rischio dei social network, è importante insegnare a bambini e bambine a non rispondere ai messagi o postare quando si è arrabbiati o tristi. I problemi non si risolvono mai gridando la propria rabbia sui social e spesso, anzi le cose peggiorano. 

Contenuti non adatti ai bambini

Altro grande tema che riguarda i pericoli di internet per i bambini è qjuello dei contenuti inappropriati. In rete si trovano video e foto di tutti i tipi e bambini e bambine possono trovarsi davanti agli occhi scene di violenza o di sesso o altri contenuti non adatti. Puoi assicurare la sicurezza in rete dei bambini e proteggerli da contenuti inappropriati con il dialogo e creando un rapporto di fiducia: bambini e bambine devono sapere che possono parlare con i genitori di quello che vedono e che li turba, senza che i genitori si arrabbino. 

Ma, dialogo a parte, è importante impostare dei filtri sui dispositivi usati dai bambini, con le funzioni “parental control”, per impedire l’accesso a contenuti non adatti alla loro età.

Condivisione di informazioni personali

Un altro pericolo dei social network per i bambini sta nel fatto che, senza rendersene conto, i piccoli possono rendere pubbliche informazioni che dovrebbero restare private. Qualche esempio: una foto fuori dalla scuola con la geolocalizzazione, una bambina che scrive sui social che oggi è sola in casa o che sta per partire con la famiglia per un viaggio. Quante informazioni preziose per chi ha cattive intenzioni! La scuola che un bambino frequenta, una casa vuota nei prossimi giorni, una bambina da sola in casa. 

La sicurezza dei bambini in rete è soprattutto nelle loro mani, in quello che scrivono e condividono. Quindi è importante spiegare con calma quali informazioni non si devono mai condividere in rete. E impostare la privacy dei social in modo che i contenuti siano visibili solo agli amici. 

I rischi del web per i bambini: il phishing

Phishing significa “pescare” in inglese. Ma parlando di sicurezza in rete dei bambini – e degli adulti – il phishing consiste nell’ottenere con l’inganno password e dati riservati usando un’esca, come la promessa di vincere un premio, finte email dalla banca. Così i cyber criminali riescono a pescare username e password di account e profili delle vittime. 

Bambini e anziani sono più spesso vittime di questo tipo di frode. Gli inganni possono essere molto ben costruiti, quindi è importante dare ai bambini regole chiare, che sono le basi della sicurezza informatica: mai cliccare su link contenuti nelle e-mail e nei messaggi e mai digitare la propria password in risposta a un messaggio e-mail. E i messaggi che annunciano la vincita di un premio sono al 99% truffe.

Il catfishing: sai cos’è?

Il catfishing è un altro serio rischio che riguarda la sicurezza informatica dei bambini. Consiste nel fingersi un’altra persona, creando un profilo finto, per raggirare, ottenere informazioni, foto o anche incontri a tu per tu con bambini e bambine. Alcune ricerche hanno dimostrato che nel giro di un’ora i bambini si fidano di un interlocutore sconosciuto tanto da accettare un incontro privato senza dirlo ai genitori. I cyber criminali possono chiedere a un bambino foto intime “solo per divertimento” e ricattarli: “Paga o le mostreremo ai tuoi genitori e ai tuoi amici”. 

Per proteggere bambini e bambine dai pericoli dei social network e dal catfishing, spiega che non sappiamo mai con certezza chi c’è dall’altra parte dello schermo, che può esserci un adulto che si finge un coetaneo e che non si condividono mai foto con sconosciuti. Né tantomeno si accetta un incontro. L’arma più potente che abbiamo, come genitori, è il rapporto di fiducia e il dialogo: se tuo figlio o tua figlia ti racconta cosa fa in rete e ti parla delle sue nuove amicizie, potrai intervenire in caso di rischi. 

Il binge watching: quando i social diventano una droga

Il binge watching è un rischio di internet per bambini come lo è per gli adulti. Hai presente quando continui a scrollare i reels di Instagram o i video su TikTok o quando non riesci a spegnere Netflix e guardi un episodio dopo l’altro? Questo è binge watching: un consumo eccessivo di contenuti digitali, video o post sul feed. Capita agli adulti, ed è uno dei pericoli dei social per i bambini, che possono perdersi in rete e rimanere ore attaccati allo schermo. 

In questo caso il rimedio è facile: per evitare questo rischio di internet e dei social basta stabilire un tempo, spiegare il perché e controllare con l’app di parental control o di persona che venga rispettato. E poi, naturalmente, dare il buon esempio, che è il miglior modo di insegnare.

Zoom bombing

La sicurezza in rete dei bambini ha a che fare anche con le piattaforme, i siti e le app che scegli di usare e che devono garantire la sicurezza. Ricordi le ore di DAD durante la pandemia? Succedeva che a volte le call su Zoom venivano hackerate e ai partecipanti venivano mostrati contenuti non adatti ai bambini. Per questo molte scuole avevano vietato l’uso di Zoom per la DAD. Adesso questo succede molto più raramente perché le piattaforme per le videochiamate e la formazione online sono più sicure. Però, è sempre una buona idea utilizzare piattaforme e scuole online note e recensite, che garantiscano la sicurezza in rete. 

Sulla piattaforma Novakid, per esempio, diamo molta importanza alla sicurezza dei dati dei nostri studenti e dei genitori: leggi qui come spiegare i pericoli della rete ai bambini e come tuteliamo la sicurezza dei nostri studenti.

Spiegare la sicurezza in rete ai bambini è importante ed è un processo che non si esaurisce con un discorsetto. Servono il dialogo quotidiano e l’esempio, frequentare insieme i social e internet (guarda per esempio questi 8 profili TikTok da seguire con i bambini) per scoprirne insieme i rischi ma anche le magnifiche opportunità. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arrow icon Previous
Novakid per i genitori
12.01.2023
Time icon 5 min
Tuo figlio è bullizzato? Consigli per prevenire e combattere il bullismo
Next Arrow icon
Novakid per i genitori
27.01.2023
Time icon 5 min
Come aiutare i bambini a fare i compiti? 10 regole da seguire
Choose a language
Down arrow icon
RU flag icon Russia EN flag icon Global English CZ flag icon Czech Republic IT flag icon Italy PT flag icon Portugal BR flag icon Brazil RO flag icon Romania JP flag icon Japan KR flag icon South Korea ES flag icon Spain CI flag icon Chile AR flag icon Argentina SK flag icon Slovakia TR flag icon Turkey PL flag icon Poland IL flag icon Israel GR flag icon Greece MY flag icon Malaysia ID flag icon Indonesia HU flag icon Hungary FR flag icon France DE flag icon Germany ARAB flag icon Global العربية NO flag icon Norway IN flag icon India IN-EN flag icon India-en NL flag icon Netherlands SE flag icon Sweden DK flag icon Denmark FI flag icon Finland
Cookie icon
Utilizziamo i cookie per semplificare l'uzo del nostro sito. Visitando il sito, Lei accetta di salvare i cookie nel tuo browser.